Samsung TU8500: Recensione

Sostituito da nuovo modello: Samsung AU9070 / AU9079: Recensione

TU8500 è il prodotto più completo della gamma “Crystal Led” di Samsung del 2020, anche nominata “serie 8” si tratta della categoria composta da normali LCD più economici rispetto ai Qled. Questo modello è l’unico nella sua categoria a vantare il marchio “dual LED”.Come modello di riferimento si potrebbe paragonare all’apprezzatissimo RU8000 del 2019 che infatti va a sostituire.

Esiste nei formati:

  • UE43TU8500UXZT (43 pollici)
  • UE50TU8500UXZT (50 pollici)
  • UE55TU8500UXZT (55 pollici)
  • UE65TU8500UXZT (65 pollici)

Design

Samsung TU8500

Non c’è molto da dire in quanto tutti i modelli Samsung sono praticamente identici, visto frontalmente offre il solito design moderno e lineare, Boundless su 3 lati con cornici in colorazione nera di 9mm. Lo stand è composto da un piedistallo a V che si avvita sul retro, funge anche da raccoglitore per i cavi di connessione che passano all’interno della base stessa.

Samsung TU8500 sopra

Di profilo la TV ha uno spessore massimo di 5,7cm, con la solita stondatura che riduce lo spessore nei lati esterni e nella parte alta.

Samsung TU8500 logo

Il retro come per tutta la gamma 2020 presenta una texture puntinata su tutta la superficie, trova posto poi il sistema VESA 200×200, un incasso con gli ingressi principali disposti lateralmente, e uno più piccolo con ingressi secondari.

I materiali plastici hanno una medio/buona qualità, e l’assemblaggio sembra solido al tatto, in pratica il design a parte la forma dello stand è molto simile al ben più costoso modello Qled Q80T.

Qualità di visione

Questo modello in tutti i formati in commercio è un LCD con pannello di tipo VA e retroilluminazione Edge-Led, i led sono posti solo nella parte bassa, e in questo specifico modello sono dotati della tecnologia chiamata “dual LED”, da questo punto di vista quanto riportato non lo discosta per niente dai Qled Q60T o Q70T che sono modelli che come vedremo lo accomunano abbastanza.

La principale differenza rispetto a questi ultimi è l’assenza del sub-strato di quantum-dot, fattore che infatti lo esclude dalla categoria dei Qled TV, a ogni modo il pannello VA gli permette di avere un rapporto di contrasto è di 6300:1, un buon valore in linea generale (nonché ottimo nella sua fascia di prezzo).

TU8500UXZT non dispone di nessun local dimming per ottimizzare ulteriormente i neri, ma visto il contrasto e la tecnologia VA la visione al buio risulta comunque molto piacevole.

Samsung TU8500 ha un pannello VA che riproduce buoni neri
Samsung TU8500 ha un pannello VA che riproduce buoni neri

La luminosità durante la visione di contenuti HDR è di circa 330 nits, il sistema software non si pone particolari problemi a tenere valori simili anche con lo schermo completamente bianco, mentre tende ad abbassare i valori nelle piccolissime zone, ma è un’operazione atta a limitare l’eventuale visione di aloni luminosi. In questa categoria più o meno entry level la luminosità ha dei risultati nella media, ma visto complessivamente sono numeri leggermente limitati per fruire al meglio dei contenuti HDR.

Il pannello ha una discreta uniformità, le tinte medie tendono a essere più scure nella parte esterna sinistra e destra dello schermo, ma questo succede anche nei modelli superiori, il DSE è presente in modo molto limitato, non si distingue nessun effetto di “schermo sporco” nella gestione dei contenuti sportivi.

Samsung-TU8500-uniformita-dse
Samsung-TU8500-uniformita-dse

Rimane limitato come per tutti i modelli VA l’angolo di visione, che mostra alterazioni significative con i classici 35° di inclinazione, ma se non intendete guardare la TV da posizioni angolate non sarà un problema.

Nella norma l’attenuazione dei riflessi, purtroppo come preventivato la luminosità un po limitata non gli permette di esibirsi al meglio in ambiente luminoso.

Samsung-TU8500-pixel

La riproduzione dei contenuti è comunque piacevole, l’immagine elaborata dal processore video chiamato Crystal 4K è vivace e ben contrastata, in particolare con i contenuti nativi 4K. In caso di contenuti a bassa definizione (anche 480P) lo scaler è per scelta poco invasivo, nel senso che ottimizza quanto può, senza però alterare colori e/o creare pesanti interventi e artefatti.

Colore e Calibrazione

La TV nasce con una buona calibrazione colore, perlomeno con il profilo film e temperatura colore caldo2, con queste semplici impostazioni il tipo di utenza a cui è destinato il prodotto rimarrà sicuramente soddisfatta della visione generale.

Tuttavia è possibile andare in profondità con il Setting e raggiungere livelli cromaticamente più corretti se non altro dal punto di vista teorico.

La gamma colori è buona, ha una discreta copertura DCI P3 del 79%, del resto TU8500 è il modello più economico a disporre della tecnologia “dual LED” che sulla carta promette di variare la tonalità dei led a seconda del colore richiesto, diciamo che l’uso di questo sistema trova in parte dei reali riscontri.

Il volume colore risulta sufficiente nella sua fascia di prezzo, ma un pò limitato in senso assoluto, del resto l’assenza dei quantum dot e la limitata luminosità compromettono abbastanza questo aspetto, limitando la riproduzione di tinte ad alta saturazione.

La gestione delle sfumature è nella norma, il banding è presente solo nelle zone scure, ma con i contenuti reali non è poi cosi percepibile da nessun tipo di utente. Ovviamente c’è la funzione “noise reduction” che uniforma meglio le sfumature, ma ha altri compromessi e la sua attivazione dipende dai gusti personali.

Gestione scene in movimento

Il tempo di risposta del pannello è di 5,5 ms, un valore nella media per un qualsiasi LCD, la TV lavora in tutti i formati in commercio a 60Hz, le immagini comunque scorrono fluide senza particolari sfocature, un po come accade ormai nel 90% dei prodotti, e TU8500 a dire il vero “nella sua fascia di prezzo” è una garanzia;  contenuti come eventi sportivi o rapide scene veloci rendono mediamente bene in tutte le occasioni.

Attivando l’interpolazione di movimento (per gli amanti dell’effetto soap opera) i 60 hz del pannello lo limitano rispetto per esempio a Q70T (che è il 120Hz più economico di Samsung). Le immagini con i 120Hz e l’interpolazione attiva sarebbero state ulteriormente più nitide durante gli spostamenti veloci, ma a parte questo lavora esattamente nello stesso modo degli altri modelli, creando qualche micro-artefatto solo impostando i valori al massimo.

La funzione BFI per rendere più nitide le scene veloci è presente, questa alterna i fotogrammi inserendone uno nero, tuttavia si traduce nel dimezzare i frame, e questo scurisce abbastanza la scena, sinceramente se ne sconsiglia quindi l’utilizzo.

Input lag ottimo

Non ci sono dubbi che le TV samsung degli ultimi anni hanno mostrato particolare attenzione all’utilizzo di videogiochi e quindi al basso input-lag, Samsung TU8500 non fa eccezione e riporta un valore di 10 ms (mod. game / 4K HDR) posizionandosi al vertice qualitativo in questo singolo aspetto.

E’ anche presente la famosa modalità game plus in grado di permettere la fruizione di contenuti videoludici con alcune interpolazioni attive e un accettabile input-lag di 25ms, compromesso ideale per modalità single player e giochi non particolarmente competitivi.

Riguardo all’HDMI 2.1 non è presente ufficialmente, è stata implementata solo la funzione AALM (modalità a bassa latenza automatica) che attiva automaticamente la modalità gioco quando la TV rileva un videogioco in riproduzione. Non c’è invece alcun supporto al Variable Refresh Rate, che quest’anno Samsung ha deciso di inserirlo solo a partire dal modello Q70T.

Smart-TV

Questo modello è stato prodotto nel 2020, quindi offre la piattaforma Tizen OS ver 5.5 (2020), e al di la dei gusti personali è uno dei due OS più apprezzati sul mercato, offre sempre la solita interfaccia snella e intuitiva, e la disponibilità di App (installabile nello Storage di circa 3,8 Gb) è praticamente sconfinata.

Al di la di questo le principali App più utilizzate sono molto ben curate, tutte supportano l’HDR, e in media si avviano molto rapidamente. Il processore che gestisce il tutto è un quad-core, non è dato sapere se ha frequenze inferiori rispetto ai Qled, ma il sistema gira fluido e veloce, lasciando intuire che sia uguale.

Samsung ambient mode
Samsung ambient mode

Tra le funzionalità non manca l’Ambient mode per trasformare la TV in parte dell’arredo, il multi View e in generale tutte le altre piccole funzioni presenti sui top di gamma, come agli assistenti vocali, Bixby di Samsung per gestire le funzioni interne, ma anche Alexa, Google Assistant, e Home kit di Apple per tutto quello che concerne la domotica.

Samsung one remote control
Samsung one remote control

Anche il telecomando è lo stesso proposto in quasi tutti i modelli attuali e degli ultimi anni, si chiama One remote control, dispone di pochi tasti, ma è ben concepito per un utilizzo semplice e funzionale. Dispone del microfono integrato per l’impartizione dei comandi vocali di Bixby.

il Samsung multi view permette di vedere contemporaneamente 2 tipi di contenuto
il Samsung multi view permette di vedere contemporaneamente 2 tipi di contenuto

Audio

TU8500 ha un comparto audio composto da due piccoli altoparlanti da 10W, queste specifiche lo accomunano praticamente a tutti i prodotti entry-level, permettendogli di riprodurre dialoghi abbastanza chiari, ma al tempo stesso un volume di riproduzione di medio/basso livello e dei bassi praticamente assenti.

Se volete un audio migliore per una grande stanza sarà senza dubbio necessario ricorrere a una soundbar apposita.

Stupisce invece l’implementazione del supporto eARC via HDMI (assente lo scorso anno), che permette il passaggio della decodifica Dolby Atmos, oltre al solito Dolby Digital, resta invece costante l’assenza del passthrough DTS, che samsung non implementa in nessuna delle sue TV.

Nuovo modello 2021 AU9070 su Amazon

Samsung TV UE50AU9079UXZT, Smart TV 50" Serie AU9000, Modello AU9079, Crystal UHD 4K, Alexa integrato, Nero, 2021, DVB-T2 [Escl. Amazon][Efficienza energetica classe G]
  • La tecnologia dell'immagine: la tecnologia Dynamic Crystal Color e il...
  • Motion Xcelerator Turbo: porta la tua esperienza di gioco ad un altro...
  • AirSlim: il design di questo TV ti permetterà di posizionarlo dove...

Voto Totale

78%
La TV modello TU8500UXZT di Samsung si posiziona nell'essere il più costoso dei normali LCD 2021, al tempo stesso permette di risparmiare qualcosa rispetto al più economico dei Qled. E' comunque un prodotto molto mirato che nella sua fascia di prezzo (sopratutto con le offerte che solitamente questa serie riceve) ha ben pochi rivali. Rispetto ai Qled TV ha una luminosità più bassa, e in generale dei colori meno brillanti, ma al tempo stesso se paragonato agli altri LCD pari-prezzo il suo pannello VA è più uniforme e più piacevole da vedere al buio. Il tutto è corredato di un aggiornatissimo e completo OS snello e veloce, con praticamente tutte le funzionalità smart più recenti.

Design:

Il design comprende lo spessore, la dimensione delle cornici, la qualità costruttiva e progettuale.

82%
Luminosità:

Una luminosità alta consente HDR di maggiore qualità e una migliore visione sopratutto in ambiente luminoso.

69%
Contrasto:

Il rapporto tra il punto più luminoso e il nero. Più scuro è il nero, maggiore sarà il contrasto.

76%
Uniformità:

Si riferisce a quanto sono uniformi le schermate a tinta unita, nella normale visione influisce sulla qualità di scenari come cieli, campi da calcio, pavimenti e simili. Nelle tv più economiche ci può essere tanta differenza anche tra gli stessi modelli.

72%
Colore:

Si riferisce alla calibrazione nativa e alla quantità di colori che riesce a riprodurre.

76%
Angolo di visione:

Un valore alto indica che puoi guardare lo schermo da posizione angolata senza avere alterazioni cromatiche.

66%
Immagini in movimento:

La qualità nella riproduzione di scene motorie. Valuta anche interpolazione dei contenuti e tempo di risposta del pannello.

75%
Input-Lag e Videogiochi:

Input-lag è il tempo in millisecondi tra il ricevimento del comando e la sua visualizzazione a schermo, in questa categoria si valutano anche le funzionalità legate al gaming.

78%
Smart-TV:

Il sistema operativo della TV, si valutano funzionalità, semplicità e reattività.

81%
Audio:

Valuta come si sente la sola TV, ma anche le funzionalità di espansione e codec supportati.

68%
Rapporto qualità/prezzo:
80%
Buon contrasto
Buoni neri
Ottimo input-lag
luminosità limitata

SPECIFICHE E MISURAZIONI

GENERALITA'
Produttore: Samsung
Anno di produzione: 2020
Risoluzione: 4K
Brand (nome commerciale): Samsung Crystal LED
Processore Video: Ignoto
Formati disponibili: 43", 50", 55", 65"
TECNOLOGIA
Tipologia di pannello

Suddiviso in gruppi LCD IPS, LCD VA, QLED, OLED. Per la differenza tra LCD vedi: +info LCD, per la differenza tra Qled e Oled: Oled VS Qled

: lcd va
Retro illiminazione

La sorgente di luce può essere LED, MiniLED, o assente se i pixel sono auto-illuminanti (oled). I led possono essere direct (su tutto il retro) o edge (solo su una o più cornici)

:edge led basso
Local dimming

Lo Spegnimento selettivo della retroilluminazione al fine di offrire un nero migliore, maggiorni sono le zone indipendenti, maggiore sarà la qualità dei neri in certe situazioni. Gli Oled non ne hanno bisogno +info sul local dimming

: non è presente il local dimming
Pannello

Attualmente può essere 8bit o 10bit e cambia il numero di colori che può riprodurre. Gli Hz sono il numero di volte al secondo che la tv ridisegna l’immagine, può essere a 60Hz o 120Hz +info sugli Hz

: 8 bit + FRC - 60Hz
HDR supportato

HDR è la gamma cromatica estesa. Le versioni di HDR dinamiche sono Hdr10+ e Dolby Vision: +info HDR

: HDR10, HDR10+, HLG
RESA IMMAGINE
Contrasto: 6300:1
Luminosità HDR(media reale):

Un valore di nits più alto offre una copertura colore superiore e una migliore visione sopratutto in ambiente luminoso. Il dato riporta una media su contenuti HDR reali, il volore medio oggi è circa 450nits.

: 330 nits
Spazio colore DCI P3

Misurazione riferita a quanti colori visualizza la TV, la gamma DCI P3 ha ampiezza simile a quella Adobe RGB, ma si espande di più in zone rosse e gialle, meno in quella del ciano e del verde.

: 79%
Spazio colore Rec 2020

Misurazione riferita a quanti colori visualizza la TV, la gamma Rec.2020 ha ampiezza ultra-wide molto più ampia della DCI p3, ed è destinata sopratutto agli schermi del futuro.

: 67%
Volume colore DCI P3

Lo spazio colore DCI P3 abbinato alla luminanza diventa volume colore DCI P3, evoluzione che misura sempre quanti colori riproduce lo schermo ma al variare della luminosità.

: 73%
Volume colore Rec 2020

Lo spazio colore REC 2020 abbinato alla luminanza diventa volume colore REC 2020, evoluzione che misura sempre quanti colori riproduce lo schermo ma al variare della luminosità.

: 55,2%
GAMING
Input Lag (mod.game HDR 60hz)

E' il tempo in millisecondi tra il ricevimento del comando e la sua visualizzazione a schermo, un valore più basso è migliore, oggi il valore medio è di 20ms +info sull'input-lag

: 10 ms
Input Lag (mod.game HDR 120hz): /
Input Lag (mod.game VRR): /
Tempo di risposta medio del pannello

E' il tempo che impiega un pixel a cambiare il suo stato/colore, nello specifico viene riportato quanto ci mette a variare il suo stato dell'80% (che è più di quello che in media avviene nelle scene reali). Un valore medio per un LCD è 6ms, valori troppo alti generano il classico "effetto scia" o ghosting.

: 5,5 ms
versione HDMI: Hdmi 2.0
Numero di porte HDMI: 4
Supporta giochi 4K / 120hz: No
Supporta giochi 4K / 120hz / Dolby Vision: No
Variable Refresh Rate

Funzione che sincronizza i frame generati dalla console/PC con quelli riprodotti a schermo +info VRR

:

No

Auto Low Latency Mode (ALLM)

Funzione che riconosce se stai giocando e attiva in automatico la modalità game.

: Si
HGiG

Funzione legata a un consorzio che imposta delle direttive per il corretto e calibrato uso di HDR nel mondo del gaming, la sua attivazione imposta in automatico la corretta gamma e tone/mapping per la TV utilizzata.

: No
SMART-TV
Smart TV OS: TizenOS - 2020
Assistenti vocali: Bixby
Streaming contenuti

Riferito alla possibilità di inviare contenuti da smartphone/tablet o PC

:

App proprietaria, AirPlay 2, HomeKit

Connettività: Bluetooth 4.2 , Wi-Fi 5 (802.11ac)
CODIFICHE
Nuovo dig.terrestre(DVB-T2) e Cod.HEVC : Si
Codifica MPEG4 : Si
Codifica VP9 : Si
Codifica AV1 : Si
Codifica VVC : No
AUDIO
Speakers: sistema 2.0 - 20W
Audio Passthrough: ARC, eARC, 5.1 Dolby Digital su ARC, 5.1 Dolby Digital su Ottica
Articolo aggiornato al: 25 Giugno 2022
Redatto da: Pixeltv