LCD: meglio IPS o VA ?

Nella scelta di una TV LCD (liquid crystal display) ci si trova a dover scegliere sostanzialmente tra due diverse tecnologie IPS o VA, in questo articolo verranno analizzati i vantaggi e gli svantaggi di questi 2 sistemi

Cos’è un display LCD

LCD tradotto è “display a cristalli liquidi”, che si riferisce alla sostanza utilizzata per realizzare i pannelli, il cristallo liquido è una sostanza rinchiusa in piccole celle tra due strati di vetro, ogni singola cella ha un suo contatto elettrico, che con un piccolo voltaggio varia l’allineamento delle molecole di cristallo, al fine di riprodurre più o meno intensamente il colore del filtro che lo ricopre, una volta attraversato da una fonte luminosa (LED) questo insieme si chiama sub-pixel.

Ogni pixel è composto da 3 sub-pixel dotati di filtro: uno rosso, uno verde, e uno blu (appunto RGB), la variazione dell’intensità di ogni sub pixel genera il pixel colorato, questo è il principio di base per ogni pannello LCD.

l'attuale tecnologia LCD

l’attuale tecnologia LCD

Questi pannelli LCD, di qualsiasi tipo, come già accennato necessitano di una retroilluminazione (attualmente composta da LED), a seconda di quanto sia diversa e complessa questa retroilluminazione possono essere Full-LED o Edge LED (differenza trattata in articolo a parte).

In ogni caso gli LCD si suddividono in due categorie distinte :

  • IPS
  • VA

Vediamo nel dettaglio le differenze;

LCD IPS (In Plane Switching)

Gli LCD IPS sono stati sviluppati la prima volta da Hitachi nel lontano 1996, il nome IPS (In Plane Switching) deriva dal fatto che le molecole di cristallo si muovono parallelamente al pannello e non perpendicolarmente.

In pratica i display IPS hanno i loro cristalli allineati orizzontalmente. Quando caricati, ruotano solo per consentire il passaggio della luce.

Questo sistema riduce notevolmente la quantità di luce dispersa nella matrice, in questo modo uno schermo IPS può permettersi grandi angoli di visione.

LCD VA (Vertical Alignment)

A differenza di prima i display VA hanno i loro cristalli allineati verticalmente. Quando vengono caricati elettricamente, si spostano in una posizione orizzontale che consente il filtraggio della luce, simile quindi a IPS, ma con qualche differenza, infatti quando la corrente non li attiva, il loro allineamento verticale si blocca in modo molto più efficiente, bloccando meglio la luce e ottenendo dei neri migliori, a scapito dell’angolo di visione.

Le due tecnologie sono comunque molto simili, ma offrono vantaggi e svantaggi diversi nei seguenti criteri di valutazione:

Angolo di visione

L’angolo di visione è l’inclinazione in cui la qualità dell’immagine di una TV inizia a peggiorare. Una TV avrà sempre la migliore qualità d’immagine se guardata direttamente di fronte allo schermo.

Se hai bisogno di un televisore che si veda bene da varie posizioni in una stanza, come per esempio un ampio spazio in soggiorno, è molto importante che abbia un buon angolo di visione. Questo valore tuttavia perfe di importanza se ti siedi direttamente davanti allo schermo.

gli LCD VA se visti lateralmente hanno un significativo degrado qualitativo, come quello qui rappresentato

gli LCD VA se visti lateralmente hanno un significativo degrado qualitativo nel contrasto, come quello rappresentato

Uno schermo IPS ha sicuramente un migliore angolo di visione ; in media un IPS può permettersi circa 40 gradi di inclinazione senza subire significativi cambiamenti visivi, mentre un pannello VA, subisce variazioni dopo appena 20 gradi di angolazione.

i pixel visti da vicino dei pannelli IPS o VA

i pixel visti da vicino dei pannelli IPS e VA, la forma non li identifica, ogni produttore può adottare quella che preferisce

Per questo motivo i monitor professionali per PC sono praticamente sempre IPS, infatti l’utente dovendo lavorare vicino allo schermo vedrebbe variazioni cromatiche nelle zone più laterali del monitor.

vincitore: IPS

Contrasto

Passiamo ora ad analizzare il contrasto, che è uno dei fattori più importanti nella qualità delle immagini; Il rapporto di contrasto è il rapporto tra la luminosità massima del bianco, e il nero più scuro che un televisore può produrre. I rapporti di contrasto più ampi si traducono in neri più profondi, che fanno una grande differenza per la qualità complessiva dell’immagine.

Per testare il contrasto, si misura la luminosità massima del bianco e quella minima del nero, quindi si calcola il rapporto tra i due. In ogni caso, nessuna di queste tecnologie LCD raggiunge i livelli neri di OLED, tuttavia sotto questo aspetto VA supera abbondantemente IPS.

I neri dei pannelli VA sono molto più scuri, in un ambiente buio, i televisori IPS hanno chiaramente dei neri tendenti al grigio. I rapporti di contrasto VA di solito riportano in media il valore di circa 4000: 1 rispetto ai 1000: 1 dei pannelli IPS.

Quando si parla di LCD,  bisogna però citare che le TV IPS di fascia alta ricorrono a una avanzata retroilluminazione a zone (local dimming), in questi sempre più rari esemplari il rapporto di contrasto aumenta molto, ma è pur sempre un compromesso, e sopratutto, il prezzo di produzione di un LCD full led con retroilluminazione a tante zone, si avvicina (e a volte supera) quello di un pannello OLED.

vincitore: VA

Uniformità dei neri

L’uniformità del nero si riferisce all’abilità di un televisore di visualizzare il nero pieno su tutto lo schermo. La perfetta uniformità del nero vuol dire saper riprodurre per esempio perfetti cieli notturni, oppure oggetti neri che sembrerebbero ugualmente scuri in qualsiasi punto sullo schermo, e sopratutto che l’illuminazione della TV si diffonde allo stesso modo su tutto il pannello.

Sfortunatamente, tutti i TV LED hanno alcune imperfezioni, sono difetti che appaiono sopratutto durante la visione al buio completo.

nessuna delle due tecnologie è paragonabile agli OLED, entrambe hanno dei difetti, ma in linea generale si comporta meglio VA

nessuna delle due tecnologie è paragonabile agli OLED, entrambe hanno dei difetti e neri inquinati dalla retro-illuminazione, ma in linea generale si comporta meglio VA

Sebbene nessuna delle due tecnologie sia sulla carta migliore dell’altra, quasi tutti i pannelli di tipo IPS hanno un’uniformità del nero inferiore alla media. I pannelli VA offrono maggiore uniformità rispetto agli IPS, che spesso se analizzati perfettamente al buio, hanno alterazioni luminose, effetto nuvola, o angoli del pannello diversamente retro-illuminati rispetto alla parte centrale.

vincitore: VA

Meglio IPS o VA ?

Nessuna delle due tecnologie è tecnicamente superiore all’altra, hanno chiaramente scopi diversi. In generale, i televisori IPS hanno un’ ampio angolo di visione adatto per l’uso in un soggiorno luminoso, per sport o programmi televisivi. Sono anche molto più adatti a essere utilizzati come monitor per computer.

I televisori VA hanno invece un contrasto nettamente migliore, questo li rende più adatti alla visione di film e serie TV, sopratutto in ambiente buio, sempre considerando di avere la possibilità di restare ben centrali di fronte al pannello.

Un altro aspetto da tenere in considerazione sono i contenuti HDR, questi necessitano più che mai di alto contrasto e neri profondi, quindi anche in questo parametro VA batte IPS.

In conclusione di questo confronto, nessuno dei due può considerarsi completamente migliore dell’altro, tuttavia l’attuale mercato ha scelto, oggi infatti vengono vendute molte più TV LCD VA rispetto a quelle IPS.

Alcuni tra gli LCD VA più venduti:






23 Dicembre 2018 | Articolo redatto da: Pixeltv