TCL C71: Recensione

C71 è un Qled TV con pannello VA dal prezzo accessibile e una dotazione di tutto rispetto, la parte smart è gestita da Android TV, ed è HDR universale. Vediamo come si posizione rispetto ai modelli Samsung.

Il prodotto TLC in Italia esiste in 3 formati:

  • TCL50C711 (50 pollici)
  • TCL55C711 (55 pollici)
  • TCL65C711 (65 pollici)

Esiste poi un corrispettivo siglato C715 disponibile solo da alcuni rivenditori la cui unica differenza è la cornice nera invece che argentata.

Design

TCL C71

La parte frontale appare con cornici molto sottili di 8 millimetri (tra il nero del display e la finitura metallica), nella parte bassa lo spessore è circa il doppio, c’è il logo del produttore e un’ulteriore sporgenza per la ricezione dei comandi, l’impatto frontale è comunque quello di un prodotto premium.

Visto di profilo ha uno spessore complessivo di 7,6 cm, tutti gli ingressi sono posti di lato, quindi il collegamento con la TV a muro è molto agevolato, da segnalare che contrariamente all’usanza comune il lato dove sono presenti gli ingressi è quello destro.

TCL C71 retro

Il retro rimane praticamente libero da qualsiasi connettore, la parte bassa è più spessa, contiene l’elettronica e ha delle feritoie per il circolo dell’aria, mentre nel lato inferiore ci sono le due uscite audio.

A sostenere la TV due semplici piedini a V, gli stessi usati su decine di altri modelli che necessitano di 2 viti. I due diepidini hanno la possibilità di essere montati più vicini tra loro in caso di poco spazio sul tavolo (non nel 50 pollici), in questa condizione c’è una discreta oscillazione se toccate il pannello, montandoli invece più distanti tra loro ne guadagna la stabilità.

Per quanto riguarda l’assemblaggio siamo nella media non si discosta dai prodotti pari-prezzo, e facilmente ogni prodotto potrebbe avere una differente qualità, i materiali plastici non sono eccezionali al tatto, mentre la cornice metallica ha una finitura spatolata molto bella e piacevole.

Qualità visiva

Il pannello utilizzato è un LCD di tipo VA costruito dallo stesso produttore, è di fatto un QLED in quando prima della retroilluminazione (di tipo Direct LED) c’è il substrato di quantum dot.

Rispetto ai quantum led che siamo abituati a vedere in casa Samsung il contrasto è forse leggermente più basso, riporta un rapporto di contrasto di 4600:1, data la natura entry level del pannello non c’è alcuna forma di local dimming per aumentare la profondità dei neri, a eccezione del classico global dimming che spegne tutti i led quando la schermata è completamente nera, a ogni modo i neri sono abbastanza convincenti, sicuramente migliori dei pannelli IPS e di alcuni VA nella stessa fascia di prezzo.

in queste schermate nere è presente del clouding luminoso

in queste schermate nere è presente del clouding luminoso

La luminosità si spinge fino a 380 nits in zone meglio piccole, in fullscreen raggiunge i 280 nits, mentre in zone piccolissime si ferma a 180 nits, ma è sicuramente un limite imposto per non creare aloni luminosi. Il valore riportato di luminosità non è altissimo, ed è un limite per la visualizzazione al meglio dei contenuti HDR (la TV supporta sia HDR10+ che Dolby Vision). Comunque in generale siamo sui valori standard leggermente migliori degli LCD Samsung VA,  e al tempo stesso appena inferiori ai Qled del produttore coreano.

TCL C71 ha un'uniformita non delle migliori

TCL C71 ha un’uniformita non delle migliori

L’uniformità del pannello non è delle migliori, con le schermate grigie gli angoli sono chiaramente più scuri, e nella parte centrale con alcune immagini si nota un leggero effetto DSE o “schermo sporco”, questo è appena percepibile con scenari sportivi o scorrimenti di cieli uniformi, mentre non si nota con altri tipi di contenuto. Le schermate uniformi scure anche loro non sono delle migliori, se non c’è nessun elemento luminoso la TV spegne tutti i led e mostra il nero assoluto, ma se è una scena reale con qualsiasi elemento a schermo i led sono costretti a restare tutti accesi e sicuramente c’è del clouding (effetto nuvola) luminoso.

TCL C71 gestisce abbastanza bene i riflessi, e la sua resa in ambiente illuminato pur non avendo una grande luminosità segue gli standard, inutile invece parlare dell’angolo di visione che come per tutti i pannelli VA è limitato ai classici 30/35° per iniziare a vedere alterazioni.

I contenuti nativi ultra HD vengono visualizzati bene come ci si aspetta da qualsiasi TV 4K, per quanto riguarda le fonti 1080p o SD la TV non cerca di applicare nessun intervento migliorativo, visualizzando contenuti e colori per come sono in origine, non che sia un male, è una scelta opposta per esempio a Philips che invece permette di stravolgere la scena.

Colore e Calibrazione

La calibrazione nativa è eccezionale, nel senso che la modalità film abbinata a gamma 2.2 e temperatura colore “Calda” segue molto bene lo standard, le tinte grigie risultano neutre in quasi tutte le situazioni, il rosa degli incarnati è abbastanza naturale e la luminosità della scena è correttamente calibrata, volendo essere precisi l’intera scena potrebbe essere impercettibilmente rossastra, ma si può comunque migliorare ulteriormente con una calibrazione su misura, il bianco per esempio è calibratile addirittura a 20 punti.

La gamma colori è buona in questa fascia di prezzo, il DCI P3 arriva a coprire il 94%, mentre il Rec 2020 si limita al 72%, anche il volume del colore raggiunge buoni risultati grazie al substrato aggiuntivo di Quantum Dot presente rispetto a un normale LCD, i colori molto saturi vengono riprodotti bene, quelli molto brillanti decisamente meno per via della luminosità non eccelsa, in particolare nelle colorazioni blu ci sono dei limiti rispetto ad altri Qled più costosi.

TCL C71 visto da vicino ha un pannello VA con questa tipologia di pixel

TCL C71 visto da vicino ha un pannello VA con questa tipologia di pixel

In generale i contenuti HDR tendono a essere leggermente “piatti” il consiglio è quindi con queste fonti di impostare il contrasto al massimo, attivando anche il contrasto dinamico sul valore “medio”, questo aiuta un pò a rendere più brillate e articolata la scena.

Il pannello lavora a 8bit + FRC, gestisce mediamente bene le sfumature, con qualche leggero banding nelle zone più scure, ma nulla di cui preoccuparsi.

Gestione Movimento

Il display di C71 lavora in tutti i formati a 60Hz, i tempi di risposta del pannello sono di 5,5 ms e nel complesso si comporta nella media degli altri LCD in commercio, diciamo che le immagini scorrono fluide e prive di particolari difetti.

Come per tutti gli LCD tende a sfocare leggermente la scena in movimento, questo in buona parte aiuta a percepire più fluidi vecchi contenuti a basso framerate.

Per quanto riguarda elaborazioni e interpolazioni lavora ai minimi termini, attivando per esempio l’Action Smoothing (effetto soap opera) si può notare che l’intervento effettuato è comunque molto ridotto, l’interpolazione di vede solo nelle scene lente, a parte i 60hz del pannello, questo avviene per scelta di TCL che in questo modo si evita artefatti e difetti (sopratutto nelle scene velocissime dove sembra quasi disattivarsi ogni post-elaborazione).

Nella TV c’è anche la possibilità di attivare il BFI che aggiunge un fotogramma nero al fine di rendere più nitide le scene di movimento, tuttavia se ne sconsiglia l’utilizzo per la forte perdita di luminosità, e anche per il framerate diventerebbe più affaticante per l’occhio dello spettatore.

Input-Lag e videogiochi

Da questo punto di vista la TV eccelle, con la modalità game l’input lag è di soli 12 ms, un valore eccellente per giocare al meglio anche titoli multiplayer competitivi sia su console, ma anche su PC, dove la TV potrebbe essere vista come un grande ed economico monitor a patto di non pretendere di fruttarla sopra i 60 FPS/Hz.

Chiaramente non ha porte HDMI 2.1 e quindi non ci sono le funzioni TV legate a PS5 e Xbox SX, ma sarebbe assurdo averle in questa fascia di prezzo.

Smart TV con Android

TCL C71 ha il sistema operativo Android 9 PIE, questo fa capire che non ci saranno mai problemi di “assenza di App”, le principali le troviamo già pre-installate, per tutto il resto c’è lo store di Google che avrà sempre tutto.

La CPU nella TV è un quad-core ARM Cortex-A55, 1100 MHz con 2GB di RAM (16GB per l’archiviazione App), l’impressione è che Android fatica abbastanza a girare, lo si percepisce a livello di velocità e fluidità nell’apertura di App e Menu, ma a condire il tutto c’è anche qualche bug.

Purtroppo c’è da segnalare che sia Netflix che Prime video hanno una leggera de-sincronizzazione tra audio e video molti potrebbero non notarlo neanche, ma è comunque un piccolo problema che si spera risolvano con futuri aggiornamenti.

telecomando

Il telecomando in dotazione è molto lungo, ma è completo e piacevole nell’utilizzo, non dispone di un microfono integrato, che è invece presente sulla TV stessa, presente quindi l’assistente vocale di Google Assistant e Alexa .

Audio

Sul versante audio è presente la dotazione minima, ovvero 2 altoparlanti da 10W posti nel lato inferiore della TV. Chiaramente è un tipo di audio adatto a piccole stanze e bassi volumi di riproduzione. Il supporto ai codec audio prevede anche il Dolby Atmos.

Contesto di mercato

Questo prodotto vuole competere con il Qled più economico di Samsung, ovvero il modello Q60T / Q64T, il prodotto Samsung ha dalla sua una maggiore uniformità e una parte Smart più scattante e affidabile.

Generalizzando a parte il supporto al Dolby Vision, non c’è motivo per preferire il prodotto TCL, il cui punto di forza almeno inizialmente era il prezzo inferiore, tuttavia nel corso del tempo lo street-prime di Q60T è continuamente sceso, e oggi per circa 50 euro di differenza diventa davvero difficile scegliere TCL ma potrebbero esserci ulteriori variazioni prima della sostituzione con i nuovi modelli.

Offerta Amazon

TV TCL 50C711 50 pollici QLED TV, 4K Ultra HD, Smart TV con sistema Android 9.0 (HDR 10+, Micro dimming, Dolby Vision-Atmos), Controllo Vocale Hands-Free, compatibile con Alexa
  • Design ultra slim in metallo; combinazione di tecnologia, finiture di alta...
  • Risoluzione e video; smart TV con qualità video ultra HD (4k); dotati di...
  • Caratteristiche suono; alimentati dalla tecnologia audio dolby atmos;...

TCL, 65C711, 65 pollici QLED TV, 4K Ultra HD, Smart TV con sistema Android 9.0 (HDR 10+, Micro dimming, Dolby Vision-Atmos), Controllo Vocale Hands-Free, compatibile con Alexa
  • QLED: La tecnologia Quantum Dot riproduce un miliardo di colori e sfumature...
  • 4K HDR PREMIUM: grazie alla tecnologia all'avanguardia High Dynamic Range,...
  • DOLBY VISION – ATMOS: permette ai fan del cinema di vivere una vera...

condividi su facebook
condividi su twitter
condivisi su whatsapp

Voto Totale

77%
TCL C71 è il Qled più economico in commercio, propone un buon contrasto, una buona calibrazione nativa dei colori e un'ottimo input lag per videogiocare. La parte Smart-TV pur essendo estremamente completa grazie ad Android ha delle incertezze nell'utilizzo. Complessivamente il prodotto TCL non raggiunge la qualità dei Qled di Samsung, ma si propone di essere più economico, e con la giusta offerta potrebbe essere vincente nel panorama delle TV entry-level.

Design:
77%
Luminosità:
75%
Contrasto:
79%
Uniformità:
68%
Colore:
85%
Angolo di visione:
66%
Immagini in movimento:
75%
Input-Lag e Videogiochi:
82%
Smart-TV:
70%
Audio:
69%
Rapporto qualità/prezzo:
83%
Buon contrasto
ottimo input lag
Smart TV un po lenta

Specifiche e Misurazioni

  • Tipologia di pannello:
qled va
  • Retro illiminazione:
direct led
  • Local dimming:
non è presente il local dimming
  • Risoluzione: 4K
  • Formati disponibili: 50", 55", 65"
  • Contrasto: 4600:1
  • Luminosità HDR(contesto reale): 380 nits
  • HDR supportato: HDR10, DOLBY VISION, HDR10+, HLG
  • Tempo di risposta: 5ms
  • Input Lag (4k HDR mod.game): 12ms
  • Pannello: 8 bit + FRC - 60Hz
  • HDMI supportato: Hdmi 2.0
  • Variable Refresh Rate: No
  • Auto Low Latency Mode (ALLM): No
  • Audio Passthrough: ARC, Dolby Atmos su ARC, 5.1 Dolby Digital su ARC, 5.1 Dolby Digital su Ottica
  • Gamma colore DCI P3 xy: 94%
  • Gamma colore Rec 2020 xy: 72%
  • Volume colore DCI P3: 84%
  • Volume colore Rec 2020: 70.5%
Articolo aggiornato al: 24 Marzo 2021 | Redatto da: Pixeltv