Samsung RU7400: Recensione

Samsung aggiorna le proprie TV, RU7400 è il modello 2019 che sostituisce uno degli entry level più diffusi dello scorso anno, vediamo in questa recensione cosa migliora rispetto al precedente modello;

Questo modello è disponibile nei formati:

  • 43 pollici (UE43RU7400U)
  • 50 pollici (UE50RU7400U)
  • 55 pollici (UE55RU7400U)
  • 65 pollici (UE65RU7400U)

Come già accennato appartiene alla categoria entry level, si tratta di un LCD con pannello a 10bit di tipo VA, e retroilluminazione a led (questi sono posti solo nella parte bassa), fatte queste premesse vediamo il design del prodotto;

Design

Frontalmente il design è semplice e pulito, i bordi non sono dei più sottili, misurano 1,5cm, il supporto della TV è composto da una piattaforma a V in plastica, l’ingombro richiesto sul tavolo è di medie dimensioni, la tv risulta stabile con oscillazioni solo se toccata.

RU7400 fronte

Il retro è in plastica nera, con una trama opaca, l’eventuale montaggio a parete utilizza VESA 200×200.

La qualità costruttiva è nella media, il design è quasi completamente realizzato in plastica, l’assemblaggio sembra nella norma, e la TV anche dopo molte ore di utilizzo raggiunge una temperatura massima di 45 gradi dove ci sono i led (parte bassa)

Nel complesso il design è il solito ottimo e moderno usato più e più volte da Samsung, affusolato e sottile verso l’esterno, leggermente bombato nella parte centrale ( dove raggiunge uno spessore massimo di 5,8cm ).

Qualità Immagine

Il pannello utilizzato è un LCD EDGE LED di tipo VA, a differenza del modello nu7400 tutti i formati disponibili sono dotati di pannello VA, (anche il 43 pollici che lo scorso anno era IPS);

questo gli garantisce un buon contrasto di circa 5700:1, il local dimming non è presente in questo modello, ma ovviamente in questa fascia di prezzo, e con questa tecnologia edge led, sarebbe inutile.

La luminosità in contesti reali con HDR si assesta in media intorno ai 300 nits, più che sufficienti per i contenuti SDR, ma un po deludente per la visione in HDR.

L’uniformità del pannello è in linea con la fascia di prezzo proposta, non è presente il difetto del DSE, ma solo una leggera variazione di tonalità negli angolini del pannello, nulla di fuori dalla norma, nelle schermate uniformi scure e in quelle nere il risultato è buono.

Samsung RU7400 non ha significativi problemi di uniformità

Samsung RU7400 non ha significativi problemi di uniformità

L’angolo di visione come sempre è un punto debole dei pannelli VA, in questo modello bastano 20 gradi di inclinazione per avere variazioni cromatiche, questo porta a preferire una visione ben frontale rispetto al pannello.

La gestione dei riflessi è abbastanza buona, lo schermo ha una finitura semi-lucida che tende a sminuire riflessi e fonti di luce, ma non si può ovviamente eccedere.

Samsung RU7400, i pixel nel dettaglio

Samsung RU7400, i pixel nel dettaglio

RU7400 supporta hdr dinamico nella forma di HDR10+, la gestione delle fonti si comporta seguendo gli standard con ogni tipo di sorgente e risoluzione, per scelta l’interpolazione delle fonti a bassa definizione è minima, e come sempre la TV offre il massimo con le i segnali nativi 4K.

Gamma cromatica

Samsung RU7400 ha una calibrazione nativa già molto valida, il suo pannello a 8bit+FRC (con la modalità film e impostazione “calda 2”) restituisce già da solo un’ottima visione, sono poi possibili altri interventi destinati all’occhio esperto.

La gamma dei colori è in linea con le aspettative, RU7400 non ha una grandissima gamma di colori HDR come i modelli top di gamma, questo principalmente per la limitata luminosità, che non gli consente di raggiungere tonalità estremamente sature e brillanti.

Le sfumature in ogni caso vengono riprodotte molto bene, il banding è davvero limitato, appare solo nelle sfumature verdi molto scure e blu molto scure.

Gestione movimento

Samsung RU7400 ha un tempo di risposta di 7ms, la gestione delle immagini in movimento si comporta nella media per la sua fascia di prezzo, occasionalmente è possibile vedere qualche effetto scia, e raramente anche qualche sfarfallio.

Si tratta di difetti sicuramente irrilevanti per l’utente medio, principalmente imputabili al fatto che in tutti i formati questo modello ha un pannello a 60HZ.

L’interpolazione dell’immagine chiamata “auto motion plus” lavora in modo discreto, gli interventi applicati non sono mai eccessivi, e non mostrano quasi mai artefatti.

Come sempre è disponibile la funzione BFI per migliorare la nitidezza tramite l’inserimento di un frame nero, il suo utilizzo resta comunque sconsigliato.

Input lag e videogiochi

Questo modello riporta un input lag di 11ms (giocando in risoluzione 4k con HDR e modalità game attiva), il valore è incredibilmente basso, sicuramente più basso di tutti i modelli 2018 e (finora) anche del 2019.

Si conferma quindi un prodotto adatto a videogiocare, anche se la sua natura di TV entry level lo limita su altri aspetti correlati, anzitutto disattivando la modalità gioco il valore passa immediatamente a 75ms (non esiste la modalità game plus, presente nei modelli di fascia più alta).

Il VRR (variable refresh rate) non è supportato, ma sarebbe troppo pretenderlo in questa fascia di prezzo… anche perchè il pannello lavora nativamente a 60Hz.

Smart TV

Questa TV ovviamente utilizza il sistema operativo Tizen di Samsung, come sempre l’interfaccia appare semplice e intuitiva, l’OS lavora in modo fluido e reattivo, le App a disposizione sono tantissime, si può controllare la tv tramite lo smartphone con l’apposita applicazione, e ci saranno anche i comandi vocali di Google Assistant e Alexa integrati.

il telecomando Samsung del 2019

il telecomando Samsung del 2019

Il telecomando in dotazione è quello classico usato negli altri prodotti, pochi tasti, ma funzionali al massimo, naturalmente è dotato di microfono per impartire i comandi vocali.

Audio

Il sistema audio è composto da 2 altoparlanti per un totale di 20W, una dotazione minima adatta ad un utilizzo a medio volume in piccoli ambienti, purtroppo i bassi sono quasi del tutto assenti.

Prezzo Offerta

Puoi trovare questo modello in offerta su Amazon in diversi formati:


UE55RU7400U

Riassunto

RU7400 è un buon prodotto entry level, il rapporto qualità / prezzo è ottimo, in sostanza la TV offre un valido contrasto e neri accettabili, l’angolo di visione è limitato per sua natura, ma il prodotto appare comunque adatto a qualsiasi utilizzo, sia in ambiente luminoso, che al buio assoluto.

Pecca leggermente dal punto di vista della luminosità massima, ma per caratteristiche espresse questo modello si avvicina molto a tv di fascia media ben più costose, pertanto risulta un prodotto consigliato.

Voto

79%
79%
  • Design - 87%
    87%
  • Luminosità - 67%
    67%
  • Contrasto - 84%
    84%
  • Uniformità - 86%
    86%
  • Gamma cromatica - 76%
    76%
  • Angolo di visione - 67%
    67%
  • Immagini in movimento - 76%
    76%
  • Input Lag e Videogiochi - 91%
    91%
  • Funzioni Smart-TV - 78%
    78%
  • Audio - 68%
    68%
  • Rapporto qualità/prezzo - 90%
    90%

Pro

  • prezzo contenuto
  • buon contrasto
  • input-lag incredibilmente basso

Contro

  • luminosità massima

Specifiche e Misurazioni

  • Tipologia di pannello:
lcd va
  • Retro illiminazione:
edge led
  • Risoluzione: 4K
  • Formati disponibili: 43", 50", 55", 65"
  • Contrasto: 5600:1
  • Luminosità HDR(contesto reale): 300 cd/m2
  • HDR supportato: HDR10, HDR10+, HLG
  • Tempo di risposta: 7 ms
  • Input Lag (4k HDR mod.game): 11ms
  • Local Dimming: NO
  • Pannello: 8 bit + FRC
  • 3D: No
  • ARCO: Sì (HDMI 3)
  • supporto eARC: No
  • Dolby Atmos via TrueHD via eARC: No
  • DTS: X via DTS-HD MA via eARC :No
  • 5.1 Dolby Digital via ARC: 
  • 5.1 DTS via ARC: No
  • 5.1 Dolby Digital via ottica: 
  • 5.1 DTS via ottica: No
  • HDMI 2.0 Full Bandwith: si (HDMI 1,2,3)
  • HDMI 2.1: No
  • USB 3.0: No
  • HDCP 2.2 : si (HDMI 1,2,3)
  • CEC : si
  • Variable Analog Audio Out : No
  • Wi-Fi : si (2.4 GHz, 5 GHz)



5 Agosto 2019 | Articolo redatto da: Pixeltv