Samsung Q60B, Q70B, QN80B, QN90B, QN95B, QN700B, QN800B, QN900B: i Qled del 2022

Qled e NEO Qled nell’anno 2022 presenteranno diverse evoluzioni, almeno i modelli di fascia più alta presenteranno tecnologie quali: Quantum Matrix a 14 bit, Neo quantum processor, Intelligent comfort mode, calibrazione schermo tramite smartphone, e molto altro

L’articolo si sofferma sulle funzioni e (quando ufficializzati) sui modelli, ma prima una di tutto andiamo a catalogarli:

4K con normale retroilluminazione LED

  • Q60B – QLED 4K LED – 43″, 50″, 55″, 60″, 65″, 75″ e 85″ (vedi Samsung Q60B recensione)
  • Q70B – QLED 4K LED – 55″, 65″, 75″ e 85″

4K con retroilluminazione a Mini LED

  • QN80B – Neo QLED 4K miniLED – 55″, 65″, 75″ e 85″
  • QN85B – Neo QLED 4K miniLED – 55″, 65″, 75″ e 85″
  • QN90B – Neo QLED 4K miniLED – 55″, 65″, 75″ e 85″
  • QN95B – Neo QLED 4K miniLED – 55″, 65″, 75″ e 85″

8K con retroilluminazione a Mini LED

  • QN700B – Neo QLED 8K miniLED – 65″, 75″ e 85″
  • QN800B – Neo QLED 8K miniLED – 65″, 75″ e 85″
  • QN900B – Neo QLED 8K miniLED – 65″, 75″ e 85″
il top di gamma Neo QLED QN900Bil top di gamma Neo QLED QN900B

Molto curioso il fatto che quest’anno la “serie 8” QN80B ha fatto il salto passando ai Mini LED, maggiori info sui singoli modelli non appena disponibili comunicati ufficiali.

E’ il caso quindi di concentrarsi sulle nuove funzioni proposte dal colosso coreano:

QUANTUM MATRIX TECHNOLOGY A 14-BIT

Quantum Matrix Technology già presente nel 2021 ritorna con ulteriori miglioramenti, in particolare la luminanza passa dai 12-bit ai 14-bit, l’incremento gestisce le variabili di luce emessa dai Mini LED, che in questo caso arriva a gestire teoricamente 16.384 diverse intensità, che potrebbero anche essere tradotte in “numero di grigi”. Questo numero ben 4 volte superiore al 2021 dovrebbe tradursi in sfumature più dettagliate, in particolare nelle zone estreme vicino al bianco e al nero.

In lavorazione sincronizzata con i 14 bit un nuovo algoritmo Shape Adaptive Light Technology, funzione che poggia sull’intelligenza artificiale a detta loro in grado di analizzare le forme, lo scopo è di controllare la luce emessa in relazione alla forma dell’elemento luminoso che deve riprodurre, quindi riuscire a enfatizzare certi elementi di contrasto, ma al tempo stesso limitare il classico blooming (alone luminoso presente attorno a elementi bianchi su fondo nero). In linea teorica i nuovi algoritmi potrebbero riconoscere dei sottotitoli e limitare l’emissione luminosa dei led, o al contrario enfatizzare al massimo la luminosità dei led in tutte quelle situazioni dove non ci sono contorni ben definiti.

La tecnologia Quantum Matrix Technology dovrebbe essere utilizzata solo sui NeoQled.

Attenzione che queste specifiche della gestione led a 14 bit trattano l’illuminazione, non devono essere confusi con i pannelli che invece restano a 10 bit come per tutte le TV in commercio

NEO QUANTUM PROCESSOR

La tecnologia usata è stata chiamata Multi Intelligent Picture Technology, un’insieme di 20 diversi modelli di reti neurali che dovrebbero riconoscere gli oggetti su schermo simulando la percezione dell’occhio umano.

Il processore analizza la sorgente in tempo reale e individua i soggetti principali da quelli secondari o di fondo, riconosciuto il soggetto gli algoritmi incrementano la profondità percepita (AI Object Depth Enhancer) andando ad aumentare lo stacco tra il fondo e l’elemento principale. In parole più povere è una versione Samsung di quello che effettua il processore cognitivo di Sony implementato nel 2021. Come sempre resta da valutare il concreto utilizzo e quanto possa essere vantaggioso andare a rimaneggiare i contenuti video originali della sorgente.

Anche in questo caso dovrebbe trattarsi di una tecnologia utilizzata solo sui Neo QLED

INTELLIGENT COMFORT MODE

Possiamo definire questa funzione un’evoluzione della classica modalità che adatta i contenuti alle condizioni di luce presente nella stanza (Intelligent Mode). Questa versione coinvolge il fattore che visionare schermi luminosi in ambiente buio prima di andare a dormire la sera influenzi in negativo la qualità del sonno, l’intelligent Comfort Mode somma appunto le normali regolazioni di luminosità con la lenta e progressiva diminuzione di luce blu fino all’ottenimento di una meno dannosa “luce calda” nelle ore tarde. Fino a oggi la “modalità notturna” era attiva o disattiva senza una progressione costante come promette questa funzione che può essere utile per bambini o per un pubblico generico, d’altra parte l’appassionato facilmente non la utilizzerà in quanto non credo voglia avere un profilo colore differente a seconda dell’ora.

INTELLIGENT CALIBRATION

Questa è una funzione molto interessante, si tratta di permettere una calibrazione su misura utilizzando solo il telefono, ovviamente non sarà una calibrazione professionale con colorimetri e software apposta, tuttavia essendo ogni pannello diverso potrebbe essere un buon compromesso in quanto basta uno smartphone (Galaxy o iPhone) e un’App installata.

Autocalibrazione con smartphone, clicca sulla gif per vedere un'approssimativo funzionamentoAutocalibrazione con smartphone, clicca sulla gif per vedere un’approssimativo funzionamento

Il riconoscimento della tinta a schermo avviene tramite fotocamera, pertanto è essenziale per il software avere ben chiaro il tipo di fotocamera, questo è il motivo principale del supporto limitato alla propria linea e al telefono più diffuso.

I comunicati parlano di due modalità; basic e professional mode… Basic richiede di poggiare la fotocamera sul display del TV e in 10 secondi effettua tutto. Professional richiede invece 10 minuti, forse la presenza di un cavalletto per tenere fermo lo smartphone e dovrebbe occuparsi di calibrare molte più cose tra cui la gamma, il bianco e i colori.

Samsung afferma che il risultato è simile a una calibrazione professionale, difficilmente sarà così, ma è comunque un’ottima cosa che potrebbe soddisfare appieno anche un pubblico abbastanza esigente, funzionerà su tutta la gamma dei Qled, anche sugli entry level come Q60B. Ci si aspetta che la funzione venga presa in considerazione anche dalla concorrenza.

INFINITY ONE DESIGN

Le serie QN900B, QN800B, QN700B e QN95B vanteranno un design davvero moderno con bordi invisibili, retro con spessore ridotto e uniforme di 16,9 millimetri che considerando la necessaria retroilluminazione sono un risultato eccellente.

i bordi dei Neo QLED top di gammai bordi dei Neo QLED top di gamma

Ritorna la Slim One Connect Box, il geniale box che raggruppa tutti i collegamenti (compresa alimentazione) in componente esterno connesso al TV con un singolo cavo. il box è stato rivisto e ridimensionato con un’altezza di 33,2 mm (il 23% in meno). Questo risulta davvero comodo nel caso di TV a muro visto che ogni porta sarà comodamente raggiungibile sul mobiletto sottostante, dove attaccare e staccare periferiche HDMI o USB è un’operazione che si effettua su questo singolo componente senza coinvolgere per nulla il pannello.

Object Tracking Sound Pro

Sul campo sonoro le novità sono sempre limitate, comunque i top di gamma avranno migliorie, per esempio l’aggiunta di due speaker sul lato superiore rivolti in alto, una configurazione definita 6.2.4 canali che espande il suono in verticale, dando maggiore enfasi alle tracce Dolby Atmos. La dotazione di casse si chiama Object Tracking Sound Pro e riguarda il Neo QLED top di gamma QN900B.

Object Tracking Sound ProObject Tracking Sound Pro

Human Tracking OTS è invece un’algoritmo per i dialoghi, l’intelligenza artificiale dovrebbe analizzare il suono individuando oltre alla voce anche la posizione su schermo riconoscendo il volto dell’attore che parla. Human Tracking OTS sarà presente a partire dal modello Q70B.

Q-Symphony permette di sincronizzare le soundbar compatibili per un uso contemporaneo agli speaker integrati sulla TV, funzione già presente ma ora arricchita dal suffisso 2.0 che dovrebbe aumentare la qualità del tutto.

Tizen OS 2022

L’interfaccia smart TV è molto cambiata nel design, ora a pieno schermo abbinata ad una barra sulla sinistra, come sempre c’è la “home” chiamata Smart Hub, che rappresenta un po la schermata principale con cui avremo a che fare, ma anche quella maggiormente coinvolta dal machine learning (intelligenza artificiale) che analizza le nostre preferenze di visione lasciando uno spazio dedicato a quello che “potrebbe” interessarci in quel momento.

Samsugn Tizen OS 2022Samsugn Tizen OS 2022

Non mancano ovviamente le zone destinate al “continua a guardare” nel caso di contenuti lasciati interrotti, lo Smart Hub ha un po lo scopo di tentate di bypassare le APP offrendo tutto in un’unica schermata.

La piccola barra laterale prima citata mostra scorciatoie per accedere a specifiche funzioni: ricerca, Media/contents, Art/Ambient mode e Game. Nello specifico Media/contents vuole raggruppare un po tutto quello che si guarda, come canali TV e servizi streaming.

Game a suo modo cerca di fare lo stesso, ha in lista le console collegate, ma anche i servizi di streaming legati al game come NVIDIA GeForce Now / Stadia e in futuro anche qualcosa di Samsung stessa.

Samsung Game Hub 2022Samsung Game Hub 2022

il comunicato ufficiale recita:

In occasione del CES di Las Vegas – Consumer Electronics Show – Samsung Electronics ha svelato oggi i dettagli del Samsung Gaming Hub. Basato su Tizen, il servizio Samsung Gaming Hub è una nuova piattaforma streaming per la scoperta di giochi che unisce hardware e software per offrire ai partecipanti un’esperienza perfettamente integrata. Samsung ha inoltre annunciato varie partnership con servizi leader nel settore del game streaming – NVIDIA GeForce NOW, Stadia™, Utomik e altri ancora sono previsti in futuro – con l’obiettivo di mettere a disposizione le loro intere librerie di giochi all’interno del Gaming Hub. La nuova piattaforma sarà disponibile a livello globale nel corso di quest’anno per una selezione di modelli Samsung Smart TV 2022.

 

“I nostri Samsung Smart TV rappresentano il punto di arrivo definitivo per l’intrattenimento per tutti gli utenti, indipendentemente dalla generazione, dagli interessi e dalle preferenze di visione”, ha dichiarato Won-Jin Lee, Corporate President di Samsung Electronics. “Sappiamo che la popolarità del gaming continua a crescere tra i nostri clienti e, proprio per questo, abbiamo combinato la nostra leadership in fatto di Smart TV e un software avanzato di gioco, affinché gli utenti possano immergersi più facilmente e più rapidamente nei giochi che amano di più.  Abbiamo sviluppato la soluzione Samsung Gaming Hub con i nostri incredibili partner a beneficio di tutti i gamer e prevediamo di proseguire la nostra collaborazione per far crescere ulteriormente l’ecosistema”.

 

Samsung Gaming Hub è stato creato per supportare l’ecosistema gaming ed è il risultato della lunga tradizione dell’azienda nell’offrire incredibili soluzioni hardware e software per esperienze di gioco sempre migliori. Il nuovo Samsung Gaming Hub consentirà ai giocatori di immergersi nei giochi più amati in modo più veloce grazie a servizi di game streaming come NVIDIA GeForce NOW, Stadia e Utomik, e altri ancora previsti in futuro. I partecipanti avranno accesso a una libreria estesa di giochi, disponibili su una selezione di modelli Samsung Smart TV 2022  che permetteranno di sfruttare al meglio l’hardware basato su Tizen.

 

“Siamo entusiasti di introdurre il servizio Utomik nel cloud gaming con una grande partnership con Samsung”, ha dichiarato Doki Tops, Direttore Generale e fondatore di Utomik. “È la prima tappa del viaggio di Utomik nel gaming ibrido, che permette ai partecipanti di giocare su qualsiasi dispositivo e passare con perfetta continuità ad altri device, grazie alla nostra tecnologia smart download o alle funzionalità di cloud gaming in funzione del dispositivo e del contesto”.

 

Nel corso del CES, Samsung ha svelato i dettagli iniziali in materia di tecnologia e giochi che saranno offerti attraverso il Samsung Gaming Hub.

Accesso a un’ampia gamma di titoli

  • Partecipazione istantanea ai giochi preferiti o scoperta di giochi nuovi con un facile accesso ai più popolari servizi di game streaming e giochi per console su un unico schermo.
  • In questa prima fase i partner includono NVIDIA GeForce NOW, Stadia e Utomik, ma è solo l’inizio.

L’intero universo gaming riunito in un’unica soluzione – dal game streaming alla game community

  • Facile accesso a giochi su YouTube per seguire i propri streamer preferiti.
  • Possibilità di continuare a usare il controller personale e collegare il controller preferito a Samsung Gaming Hub, per un’esperienza in totale continuità.
  • Esplorazione, ricerca e acquisto di nuovi giochi all’interno del Samsung Gaming Hub, con un ecosistema costruito da zero per far sì che i gamer possano giocare più velocemente ai titoli più amati.

Game streaming all’avanguardia integrato in un’esperienza premium

  • I migliori Smart TV Samsung combinano la più recente tecnologia di game streaming con innovazioni tecniche intelligenti per la qualità delle immagini e dei suoni, creando una migliore esperienza di gaming.
  • Il cloud gaming ad alte prestazioni trasporta l’esperienza di gioco su TV Samsung a un livello senza precedenti.
  • Prestazioni come quelle di una console senza necessità di download, né impegno di risorse preziose come lo spazio di memoria, e senza latenze.

Con il lancio entro la fine dell’anno, l’accesso a Samsung Gaming Hub sarà possibile attraverso il nuovo Smart Hub 2002 tramite il menu di navigazione nelle varie categorie Gaming, Media, Lifestyle. Selezionando l’icona di gioco, l’utente sarà trasportato direttamente verso un’esperienza di gaming immersiva attraverso la schermata di ingresso in Samsung Gaming Hub.

Watch Together è una funzione originale, è tipo una video-chat per condividere un contenuto video in streaming (o canale TV) con altre persone, richiede l’uso di una webcam opzionale, e alla fine simula un salotto virtuale.

Samsung Eco Remote 2022

Non molto diverso dalla versione 2021, ma oltre alla ricarica solare/artificiale e a quella USB è possibile anche accumulare energia dalle onde radio di un qualsiasi router wi-fi, in realtà questo tipo di ricarica è molto lenta, tuttavia se l’utente si dimentica di capovolgere il telecomando per raccogliere la luce artificiale o naturale lo trova comunque sempre funzionante grazie al wi-fi. Per il resto rimane identico nella dotazione minimal con il solito microfono integrato e i pulsanti di accesso rapido alle App di streaming.

Samsung smart remote 2022Samsung smart remote 2022

Lo troverete in versione nera su tutti i normali Qled TV e in versione bianca sulle TV d’arredo come The frame o The Serif.  L’ultimo dettaglio riguarda il misterioso prototipo che ha vinto il premio Best Of Innovation al CES 2022 e merita approfondimento a parte, si tratta del primo QD-Oled Samsung QS95B (vedi approfondimento) .

Maggiori informazioni sui singoli modelli non appena disponibili…

Articolo aggiornato al: 22 Maggio 2022
Redatto da: Pixeltv