QD-Display: La nuova tecnologia Samsung

Quantum Dot Display è ufficialmente il nuovo sistema usato nei prossimi anni da Samsung, nello specifico questa tecnologia si basa su matrice organica proprio come gli Oled, anche se Samsung cerca di mantenere la distanza… vediamolo nello specifico:

Display QD

Acronimo di Quantum Dot Display principalmente si basa su una matrice organica emittente di sola luce blu in grado di accendere e spegnere ogni singolo pixel, possiamo definirlo in pratica identico a un normale oled “monocromatico” con successivo filtro per gli altri 2 colori.

Samsung QD Display ha un funzionamento molto semplice il tutto basato su matrice organica come per gli OLEDSamsung QD Display ha un funzionamento molto semplice il tutto basato su matrice organica come per gli OLED

Questo primo strato di luce si chiama Blue Self-luminiscent layer, al quale si aggiunge successivamente lo strato QD layer che contiene i Quantum Dot rossi e verdi.

All’occorrenza quindi i colori vengono assorbiti blu dai quantum rossi e verdi e riemessi con differente colore, o naturalmente nel caso del blu filtrano senza interventi, ottenendo in queso modo i 3 colori primari RGB.

Sulla questione della luce blu dannosa per gli occhi non ci si deve preoccupare poi molto, Samsung dichiara che è stata ridotta dal 20/25% dei pannelli LCD al 12/14% di questi nuovi QD-Display.


I vantaggi di questa tecnologia personalmente li identifico come del tutto comparabili agli oled già in commercio, Samsung promette una luminosità di 1000 nits che sarebbe leggermente superiore agli attuali oled top di gamma, ma questo sarà poi tutto da verificare con i primi prodotti, che dovrebbero andare in produzione nel 2022.

Naturalmente il prezzo giocherà un ruolo fondamentale… ma intanto è curioso come Samsung inventi di tutto pur di non usare il termine “oled”, facilmente la motivazione è da cercare in anni di campagna denigratoria, oppure semplicemente non vogliono apparire come “ritardatari” rispetto alla concorrenza che usa quel termine da 5 anni.


Le dichiarazioni ufficiali del marketing recitano:

QD (punto quantico)

Sono cristalli semiconduttori molto piccoli, creano una più ampia varietà di colori ad angoli di visione molto più ampi. Inoltre, sono strutturalmente più semplici ed efficienti degli LCD, fornendo display più leggeri e sottili.

Blu auto-luminescenza

Con la forte luce blu, si possono creare colori più ricchi. Attivando e disattivando rapidamente i singoli pixel offre alta qualità e neri perfetti.

Immagini veloci e fluide

i normali LCD producono tramite unità di retroilluminazione, cambia stato ai cristalli liquidi per controllare la quantità di luce e comporre i colori… una procedura che richiede tempo. Nel display QD, i segnali dal circuito producono direttamente la luce necessaria nello strato di emissione della luce QD, quindi non è necessario dedicare molto tempo al controllo della luce. Il rapido tempo di risposta di QD può comporre immagini nitide senza effetti di immagine residua, anche in scene con oggetti in rapido movimento come corse automobilistiche o altri sport.

Riduzione della luce blu dannosa

Il display QD riduce la “nociva” luce blu pericolosa per la salute degli occhi, una riduzione dal 40 al 50% rispetto agli LCD tradizionali, gli effetti della luce blu possono essere:

  • Disagio visivo
  • Danni alle cellule della retina
  • Interruzione del ciclo del sonno
  • Invecchiamento precoce della retina

Colori più brillanti e sprettro più ampio

Il display QD ha un grado molto elevato di purezza del colore, può esprimere una gamma di colori molto ampia a qualsiasi luminosità, dal buio alla luce. Basato su BT.2020 Color Volume, un tipico display di grandi dimensioni ha un volume di colore inferiore al 60%. Ma i display QD possono esprimere un volume di colore superiore all’80%.

Schermo chiaro e poco riflettente in qualsiasi ambiente

Potresti essere infastidito dalla luce del sole che entra dalle finestre, dalle luci dal soffitto, dalle luci fluorescenti nei negozi o da altri tipi di luci che si riflettono sul display e ostruiscono la vista. Il display QD riduce questo riflesso ai minimi termini tramite una nuova tecnologia di Samsung Display.

Contrasto più elevato

I display convenzionali limitano la luminosità dello schermo a causa di problemi di fonte di luce o consumo energetico. Con la retroilluminazione come fonte di luce, è impossibile per gli LCD controllare la luminosità di ogni singolo pixel, limitando la capacità di mostrare neri perfetti sullo schermo.

A differenza degli LCD, la sorgente di luce blu del display QD può spegnere ogni singolo pixel. I display QD con risoluzione 4K hanno circa 8,3 milioni di pixel che possono essere spenti separatamente.

In questo modo, il display QD consente un elevato rapporto di contrasto di 1.000.000:1 e neri perfetti.




Articolo aggiornato al: 13 Agosto 2021 | Redatto da: Pixeltv