PHILIPS TV 2021: OLED806 / 856 / 706, MiniLED 9636 / 9506, LCD 9206 / 8506

Anche questo produttore ha presentato i suoi nuovi TV per il 2021, i modelli annunciati sono: OLED806, OLED856, OLED706 / 705 per quanto riguarda gli Oled, poi c’è la gamma Mini-LED composta da Philips 9636, e 9506 e infine i classici LCD: Philips 9206 e 8506. Quasi tutti hanno nuovo processore P5 di quinta generazione e Hdmi 2.1, vediamoli nel dettaglio:

PHILIPS OLED806 – OLED856

(806 disponibile da maggio nei formati 48, 55, 65, 77 pollici)
(856 disponibile da maggio nei formati 55, 65 pollici)

Philips OLED806

Philips OLED806

OLED806 e OLED856 condividono lo stesso design sottile come un rasoio e cornice metallica esterna pressoché nulla, anche se integrata di Ambilight a 4 lati per creare un’esperienza visiva unica e totalmente coinvolgente.

La differenza tra i due modelli è solo estetica, 806 presenta piedini a “bastoncini” in metallo con finitura bicolore, mentre OLED856 ha un elegante supporto a T in metallo cromato scuro. Entrambe le opzioni offrono profili minimalisti per dare l’impressione che il display stia fluttuando.

Nel 2021 Philips ha deciso di offrire per la prima volta i nuovi formati 48 e 77 pollici, tra le caratteristiche di spicco l’806/856 è HDR universale (ovvero supporta tutti i formati), ma ha anche HDR10+ Adaptive che combina metadati dinamici HDR10+ con informazioni sulla luce ambientale in tempo reale per ottimizzare automaticamente i livelli di luminosità scena per scena.

Altra caratteristica è quella dell’esclusiva tecnologia anti burn-in di Philips progettata per gli schermi OLED. La soluzione anti burn-in utilizza una funzione avanzata di rilevamento dei loghi per monitorare attraverso una griglia di zone i contenuti statici, riducendo gradualmente l’intensità della luce emessa lasciando inalterate le altre parti dello schermo.

il modello OLED856 differisce solo per lo stand di sostegno

il modello OLED856 differisce solo per lo stand di sostegno

La funzionalità HDMI 2.1 include e-Arc, VRR per 4K da 40Hz a 120Hz con larghezza di banda di 48 Gbps (444, 12 bit), FreeSync Premium Pro, la modalità Auto Game e Auto-Low-Latency.

Questo 2021 è il primo anno che Philips degna di attenzione la parte gaming, e sarà interessante vedere quanto hanno abbassato l’input-lag sui nuovi modelli.

Le TV sono dotate di un sistema audio 2.1 da 50W, quindi oltre gli altoparlanti stereo cè anche un driver per i bassi supportato da quattro radiatori passivi, supportata anche la connettività wireless DTS Play-Fi per un audio multi-room facile da usare.

Del resto la parte smart è affidata all’ultimo sistema operativo Android TV 10 con una nuova interfaccia intuitiva e l’assistente vocale di Google Assistant integrato tramite microfono sul telecomando (supportato anche Alexa di Amazon).

Il telecomando in dotazione è chiaramente premium con tasti retroilluminati e finitura metallizzata è rivestita in pelle ai lati e nel retro.

Philips OLED 706

(disponibile nei formati 55, 65 pollici)

oled 706

oled 706

Il primo oled economico di Philips è stato lanciato nel 2019, si chiama OLED754, e in alcuni mercati, era più conveniente rispetto alla serie B di LG, una delle sue pecche riguardava l’assenza di hdmi 2.1 e l’utilizzo di Saphi OS un sistema operativo usato nei prodotti entry level, ma che su un oled è stata una scelta discutibile…, a ogni modo questa volta i nuovi Philips OLED706 del 2021 avranno sia HDMI 2.1 sia il sistema Android TV (versione 10).

Oled706 supporta quindi 4K / 120, VRR, eARC e ALLM, almeno sulla carta al pari degli altri oled in commercio nel 2021. Tra i vantaggi del prodotto Philips impossibile non citare l’HDR “universale” (supporta tutti i formati, quindi: HDR10, HLG, HDR10+, Dolby Vision).

L’altro vantaggio riguarda come sempre l’esclusivo Ambilight su 3 lati che per chi apprezza l’effetto è un valore in più.

Non ci sono menzioni particolari sulla luminosità, questo ci porta a pensare che non farà parte dei modelli top di gamma più luminosi del 20%, immagino quindi che si raggiungano i comunque ottimi 700 nits.

Supporta il multi-room con DTS Play-Fi, l’audio Dolby Atmos e gli assistenti vocali di Google Assistant e Amazon, si prospetta quindi un prodotto completo ed accessibile, anche se la comunicazione del prezzo arriverà in seguito.

Philips OLED 705

(disponibile nei formati 55, 65 pollici)

OLED705 è in realtà un modello 2020 che non è mai arrivato sul mercato ed è stato ora incluso come parte della line-up 2021. Stando alle dichiarazioni il modello 705 è simile al 706, ma con delle restrizioni, monterà anche lui un pannello a 120hz, anche lui avrà il sistema operativo Android TV (però versione 9.0), e a differenza di 706 non sarà dotato di HDMI 2.1 di cui implementarà solo la funzione ALLM (che attiva il game mode in automatico).

Per concludere il modello 705 sembra un prodotto del 2020 rimasto chiuso in magazzino, non c’è neanche la certezza che venga commercializzato, ma è chiaro che il prezzo giocherà un ruolo fondamentale.

Philips 9636: MiniLED premium

(disponibili in estate nei formati 65, 75 pollici)

Philips 9636 (mini led)

Philips 9636 (mini led)

Il modello 9636 combina il local dimming con il sistema Philips Micro Dimming Premium per creare neri profondi e luci spettacolari, la luminosità di questo MiniLED è la caratteristica più sorprendente perche Philips annuncia ben 2000 nits di picco.

Per il resto il pannello è di tipo VA, promette un’ampia gamma di colori del 95% DCI-P3 e un angolo di visione altissimo secondo il comunicato (essendo un VA sarà poi tutto da valutare in fase di recensione).

Anche lui utilizza il nuovo processore P5 AI di quinta generazione completo di rilevamento della luminosità, regolazione in tempo reale dei fotogrammi HDR ecc..

Supporta HDMI 2.1 e le sue funzioni quali e-Arc, VRR per 4K da 40Hz a 120Hz con larghezza di banda di 48 Gbps (444, 12 bit), FreeSync Premium Pro, modalità Auto Game e Auto-Low-Latency.

Anche lui supporta tutti i tipi di HDR esistenti, e ha il proprietario HDR10 + Adaptive già descritto interviene correggendo le singole scene HDR in base all’illuminazione ambientale del proprio appartamento.

Il suono è relativamente impressionante per una TV, include infatti un sistema audio 3.1.2 Bowers & Wilkins che combina altoparlanti Dolby Atmos Elevation con l’esclusiva tecnologia Tweeter-on-Top.

Il sistema di altoparlanti funge da supporto da tavolo, ma può anche essere montato a parete con un’unica barra di collegamento sulla versione da 65″, o con due barre sul modello da 75″.

Philips 9636 speaker centrale

Philips 9636 speaker centrale

Il design è super sottile, ha una cornice inferiore in metallo, lati minimalisti sempre in metallo e sul retro include il noto sistema Ambilight a 4 lati. Il modello Philips 9636 è un top di gamma miniled e per la parte smart di affida ad Android TV 10, supporta anche la compatibilità DTS Play-Fi per audio multi-room e gli assistenti vocali Google Assistant e Alexa con microfono integrato nel telecomando.

Philips 9506: MiniLED di fascia media

(disponibili in estate nei formati 65, 75 pollici)

Mini led 9506

Mini led 9506

Scendendo leggermente di categoria troviamo questo modello 9506 che non differisce poi molto dal precedente se non per una luminosità più limitata, un design leggermente diverso e un sistema audio più economico, si può ipotizzare anche che le zone di retroilluminazioni indipendenti siano più limitate, ma per ora le comunicazioni ufficiali riportano:

  • Emissione luminosa di picco da 1500 nits
  • Sistema Micro Dimming Pro di Philips TV
  • Pannello VA di alta qualità con ampio angolo di visione e gamma di colori del 95% DCI-P3
  • Processore AI P5 di quinta generazione con sensore di luce “intelligente”
  • HDMI 2.1 con e-Arc, VRR 4K da 40Hz a 120Hz / 48 Gbps (444, 12 bit), FreeSync Premium Pro, modalità Auto Game, Auto-Low-Latency mode.
  • HDR10+ adattivo
  • Sistema audio 2.1 da 50W con subwoofer montato sul retro
  • Ambilight a quattro lati per un’immersione visiva totale
  • DTS Play-Fi per audio multi-room
  • Design con cornice inferiore in metallo spazzolato e sottile cornice minimalista in metallo ai lati
  • Android TV10 con Google Assistant integrato, supporto ad Alexa e telecomando “premi e parla”

Philips 9206: Premium DLED TV

(disponibile a maggio nei formati 55, 65 pollici)

Philips LCD (Dled) PUS9206

Philips LCD (Dled) 9206

Scendendo di categoria si passa ai classici LCD, in questo caso l’LCD premium; la sigla DLED immaginiamo stia per Direct-LED niente di nuovo a parte complicare ulteriormente la scena dei marchi. Hanno specificato che si tratta di un pannello di tipo VA, le caratteristiche prevedono:

  • Pannello VA 120Hz con “ampio angolo di visione”
  • Retroilluminazione LED con il sistema Micro Dimming Pro di Philips per garantire un contrasto eccellente grazie a una retroilluminazione a zone
  • Processore P5 (forse con restrizioni)
  • HDMI 2.1 con e-Arc, VRR 4K da 40Hz a 120Hz / 48 Gbps (444, 12 bit), FreeSync Premium Pro, modalità Auto Game, Auto-Low-Latency mode.
  • Sistema audio 2.1 da 50 W con subwoofer sul retro
  • DTS Play-Fi per audio multi-room
  • Ambilight a 4 lati per un’immersione visiva totale
  • Android TV 10 con Google Assistant integrato, supporta anche Alexa e ha il telecomando con funzione “premi e parla”
  • Design con cornice inferiore in metallo spazzolato e sottile cornice argento minimalista in metallo ai lati

Philips 8506: Performance Series (the ONE)

(disponibile a maggio nei formati 43, 50, 58, 65, 70, 75 pollici)

Pus8506 (the One) potrebbe essere uno dei TV più venduti e convenienti del 2021

Pus8506 (the One) potrebbe essere uno dei TV più venduti e convenienti del 2021

La serie performance abbassa un po le caratteristiche, pur mantenendo il processore P5, hdmi 2.1 e Android TV 10. Tra le mancanze non viene citata la matrice del pannello che a questo punto a seconda dei formati potrebbe essere IPS e non più VA, e quasi sicuramente la frequenza del pannello sarà di 60Hz. A parte questo il modello 8506 dovrebbe essere il modello the One del 2021,  vale a dire un LCD con un forte rapporto qualità / prezzo / dotazione. Le caratteristiche prevedono:

  • Retroilluminazione LED con il sistema Micro Dimming Pro di Philips per garantire un contrasto eccellente
  • Processore P5 (sicuramente con restrizioni)
  • HDMI 2.1 con e-Arc, VRR 4K da 40Hz a 120Hz / 48 Gbps (444, 12 bit), FreeSync Premium Pro, modalità Auto Game, Auto-Low-Latency mode.
  • Sistema audio da 20W
  • DTS Play-Fi per audio multi-room
  • Ambilight su 3 lati per una visione coinvolgente
  • Android TV 10 con Google Assistant integrato, supporta anche Alexa e ha il telecomando con funzione “premi e parla”
  • Design con cornice argento chiara

Processore P5 di quinta generazione con AI

Come abbiamo visto quasi tutta la nuova gamma di TV si basa su questo nuovo processore, debutterà sui nuovi modelli Philips OLED806 / 856 e sarà presente anche sui primi miniLED nelle serie 9636 e 9506, stando alle promesse offrirà ulteriori miglioramenti della qualità dell’immagine introducendo nuovi filtri, per la prima volta viene integrato un sensore di luce legato alle funzionalità AI, ovvero utile a offrire un’immagine sempre ottimizzata per il tipo di illuminazione nella stanza.

I comunicati ufficiali riportano:

La funzionalità AI sviluppata internamente utilizza reti neurali e apprendimento automatico per analizzare milioni di clip da un database unico creato internamente dai team di sviluppo di Philips TV e TP Vision negli ultimi 30 anni.

Il software AI crea un migliore equilibrio tra i cinque pilastri del PQ (sorgente, colore, contrasto, movimento e nitidezza) analizzando tutti gli elementi del contenuto, fotogramma per fotogramma, per riprodurre un’immagine molto più realistica e naturale.

Gli esperti di PQ di TP Vision hanno aggiunto una sesta categoria aggiuntiva, con il rilevamento della pellicola che si unisce a Paesaggio / natura, Viso / tonalità della pelle, Movimento / sport, Scuro / contrasto e Altro.

La funzione AI seleziona automaticamente la categoria corretta (tra: sorgente, colore, contrasto, movimento e nitidezza) e analizza i possibili scenari (Paesaggio / natura, Viso / tonalità della pelle, Movimento / sport, Scuro / contrasto e Altro) per regolare l’equilibrio tra di loro al fine di creare l’immagine più realistica.

L’inclusione del rilevamento del film consente inoltre al P5 di quinta generazione di “contrassegnare” automaticamente i film e offrire allo spettatore la possibilità di cambiare modalità, inclusa una nuova modalità Home Cinema, Pure Cinema o FMM.

I giocatori o gli appassionati di sport possono anche selezionare la nuova funzione Fast Motion Clarity, che evita l’effetto di sfocatura nel movimento elaborando frame dopo frame una transizione graduale da un’immagine all’altra

Fast Motion Clarity (FMC) offre una transizione sottile ma ultra realistica e fluida da immagine a immagine con maggiore nitidezza ma senza introdurre artefatti ed evita lo sfarfallio lavorando a 120Hz invece che a 60Hz.

Tale funzionalità Fast Motion Clarity lavora con ben quattro impostazioni: Off, Low, High o AI

Philips TV continua ad essere uno dei pochissimi produttori a offrire supporto per tutti gli attuali formati HDR, inclusi HLG e sorgenti HDR10 e HDR10+, migliorando allo stesso tempo i contenuti HDR dinamici codificati Dolby Vision utilizzando la speciale “modalità Dolby Bright”.

L’ultima generazione di processore P5 offre anche il supporto per HDR10+ Adaptive che combina metadati dinamici HDR10+ con informazioni sulla luce ambientale in tempo reale, al fine di consentire l’ottimizzazione automatica scena per scena.

I miglioramenti all’IA P5 di quinta generazione consentono inoltre a Philips OLED806 / 856 di includere una versione dell’esclusivo sistema anti burn-in di Philips TV progettato per proteggere in modo specifico gli schermi OLED.

I TV 2021 Philips OLED e mini-LED includeranno tutte le funzionalità HDMI 2.1, ed è anche possibile effettuare la calibrazione di livello professionale tramite l’inclusione della funzione Calman Ready che consente la comunicazione diretta tra TV e il PC che esegue la suite completa del software Calman.

condividi su facebook
condividi su twitter
condivisi su whatsapp
Articolo aggiornato al: 6 Febbraio 2021 | Redatto da: Pixeltv