LG NANO80: Recensione

La TV LG Nano 80 è un LCD con pannello IPS arricchito appunto dalla tecnologia NanoCell, un prodotto che si posizione in una fascia di prezzo media, vediamo a chi è destinato nella recensione.

Viene prodotto nei formati:

  • 49NANO806NA (49 pollici)
  • 55NANO806NA (55 pollici)
  • 65NANO806NA (65 pollici)

Design

LG-NANO806NA

La parte frontale è composta da cornici di 1,1 cm su 3 lati e qualche millimetro più spessa nella parte bassa, il tipo di supporto è composto da due piedini laterali molto esterni, il loro montaggio è semplice, ma necessita comunque di 2 viti. La TV è mediamente stabile, anche se l’ingombro sulla larghezza del tavolo è importante.

LG-NANO806NA da sopra

Il retro è composto da un sottile foglio di metallo che sembra quasi plastica e ha una texture spatolata, alla pressione in alcuni punti vuoti del retro questo “case” flette abbastanza, trova posto poi l’incavo per le connessioni e lo standard VESA 300×300 per il montaggio a muro. Sempre sul retro sono visibili i fori delle viti per la chiusura, questo nonostante non sia il massimo alla vista, lascia intendere che non ci siano parti incollate soggette a scollamenti nel tempo.

Visto di profilo l’ingombro del corpo TV misura 6,4cm e si restringe nella parte alta, considerando la presenza della retroilluminazione full-led è uno spessore abbastanza ridotto.

L’assemblaggio sembra nella media, un prodotto abbastanza solido e piacevole nonostante la già citata presenza di viti a vista sul retro. In particolare il fatto di aver optato per un retro composto da una flessibile lastra di metallo (invece della classica plastica) gli conferisce una sensazione prumium al tatto, anche se non capita certo spesso di doverlo toccare spesso.

Qualità visiva

Essendo un pannello IPS in tutti i formati, riporta un contrasto di 1440:1, che per un TV IPS si potrebbe anche definire un buon valore, ma non lo è in senso assoluto, il local dimming è presente, ma la sua attivazione non migliora più di tanto, e anzi introduce notevoli difetti, la gestione delle zone di LED da oscurare è molto limitata e lavora solo in fascie verticali, questo su un IPS crea aloni chiari che si notano parecchio al buio e non solo nelle immagini di test, pertanto si consegna di non impostare mai il local dimming su “Alto”, rimanendo al massimo sul valore “Medio”.

i neri mostrano evidenti aloni di luce quando sono presenti elementi chiari

i neri mostrano evidenti aloni di luce quando sono presenti elementi chiari

Se il contrasto non è un punto forte la luminosità và sicuramente meglio, in media con i contenuti HDR rimane intorno ai 320 nits che in questa fascia di prezzo sono un valore nella media, ma contrariamente alla tendenza dell’ultimo anno nella riproduzione di piccole zone luminose spara la luminosità al massimo fino anche a 500 nits, fregandosene come descritto prima di eventuali aloni luminosi su fondo nero. In ogni caso nel complesso è un valore adatto a mostrare un discreto HDR, anche se purtroppo il supporto si limita al normale HDR10 (niente Dolby Vision).

Discreta anche l’uniformità del pannello nelle schermate grigie, la differenza di luminosità negli angoli è piuttosto limitata, e l’effetto schermo sporco (DSE) è quasi del tutto assente, ideale quindi per la visione di eventi sportivi. Le schermate completamente scure sono mediamente uniformi.

LG-NANO806NA-uniformita-DSE

Buono invece l’angolo di visione che regge tranquillamente fino a un’angolazione estrema di 55° senza significative alterazioni visive, così come l’attenuazione dei riflessi applicata tramite filtri alla finitura lucida del TV, persino la luce diretta del sole viene attenuata molto bene.

Complessivamente appare chiaro che LG NANO80 è una TV destinata a un preciso uso in ambiente luminoso magari con ampie postazioni di visione angolate rispetto allo schermo. Il fatto di utilizzare la tecnologia NanoCell gli conferisce una buona saturazione dei colori e una visione leggermente superiore ai normali LCD che siano LG o altro marchio. Tra le funzioni del 2020 supporta il FILMMAKER MODE per avere una resa più simile alla visione originale del regista.

Colore

La calibrazione colore nativa è discreta, ma non esente da difetti, in linea di massima anche impostando il profilo Expert (Dark Room) con tonalità colore “caldo 2” le immagini appaiono leggermente fredde e tendenti al blu, anche la gestione generale della scena è sempre leggermente più scura di quando dovrebbe.

Con un’apposita calibrazione su misura le cose migliorano parecchio, ma richiederebbe l’intervento di un tecnico con apposita strumentazione, forse la scelta più sensata in questa fascia di prezzo è ricorrere alle impostazioni consigliate e valutare con i propri occhi.

Calibrazione HDR consigliata

ImpostazioniPicture modeCinema
Retroill.90
Contrasto100
Luminosità50
Nitidezza10
Colore51
Contr. avanzatiContrasto dinamicomedio
Super resolutionoff
Color gamutauto
Gamma2.2
Dynamic tone map.off
Motion settingsTrumotionpers.
De-judder10
De-Blur5
Bilanc. biancoTemp. colorecaldo 2
metodo2 punti
HighRed 0  Green 0  Blue -5
LowRed -3  Green -2  Blue 0

La gamma dei colori è nella media con una copertura DCI-P3 dell’ 81%, se l’impatto dei contenuti HDR appare smorto puoi ricorre all’attivazione del contrasto dinamico su “alto” per ravvivare la scena. Il volume colore è nella media, il sistema NanoCell sicuramente aiuta, ma principalmente è il basso contrasto a non permettergli di andar su ottimi valori, a ogni modo a risentirne sono le tinte molto scure.

NANO806NA pixel

Il pannello di Nano80 lavora a 8bit + FRC, e la riproduzione delle sfumature avviene mediamente bene, con qualche minimo banding percepibile solo nei verdi scuri.

Immagini in movimento

Il display ha un tempo di risposta di 5ms, un valore nella media per un LCD, lo scorrimento delle immagini si comporta come dovrebbe, senza particolari note positive o negative, visionare eventi sportivi o scene veloci è piacevole anche se un minimo di sfocatura di troppo si percepisce.

L’interpolazione di movimento (True motion) in questa TV lavora seguendo lo standard, interpola per quanto possibile fino a sfruttare i 60hz nativi del pannello, rispetto ai top di gamma questa elaborazione non riesce a disattivarsi nelle scene velocissime a seconda delle esigenze, e questo crea inevitabilmente qualche artefatto visivo, pertanto anche se l’intensità dell’ “effetto soap opera” è una preferenza “soggettiva” si consiglia di non esagerare.

Da segnalare che non è presente una funzione BFI per l’inserimento di un frame nero al fine di rendere più nitido il movimento, poco male dato che questa modalità ha senso solo sui top di gamma dove è in grado di lavorare su appositi pannelli alla frequenza di 120hz.

Input-lag e gaming

Come tutti i recenti prodotti LG del 2020 l’input lag è ottimo, con la modalità gioco (HDR / 4K) riporta 11 ms, un valore eccellente. Disattivando la modalità game purtroppo diventa immediatamente inutilizzabile andando sopra i 100 ms, non è presente il supporto al Variable Refresh Rate, e non ci sono porte HDMI 2.1, anche se è stata implementata la funzione ALLM (Modalità automatica a bassa latenza).

Smart TV

Nella parte smart la TV eccelle, principalmente per l’utilizzo di WebOS (versione 5.0) che non ha bisogno di presentazioni, il processore in dotazione (un non meglio specificato quad-core) lo gestisce bene, appare sempre fluido e reattivo sia nelle App native, sia nell’utilizzo di App esterne presenti nel ricchissimo store.

Il telecomando in dotazione è il famoso LG Magic Remote, puoi usarlo come un telecomando tradizionale, o sfruttare le sue peculiarità di puntatore, ha i pulsanti per il richiamo rapido delle App più popolari e ha un microfono integrato per impartire i comandi vocali, puoi infine anche usarlo come telecomando universale per altri dispositivi. La parte domotica supporta senza problemi Alexa, Google Assistant e Apple HomeKit, non è presente la modalità gallery per simulare un quadro o parte dell’arredo casalingo.

Audio

LG nano80 ha in dotazione 2 altoparlanti da 10W, si tratta della dotazione minima, adatta quindi a piccole stanze e volumi contenuti. Le casse per quanto piccole hanno una qualità discreta con dialoghi ben comprensibili e come sempre bassi praticamente assenti. Il Passthrough audio tramite HDMI supporta solo il normale ARC per il passaggio di Dolby Digital 5.1, niente Dolby Atmos e DTS.

Come si posiziona nel mercato ?

La fascia di prezzo di questo prodotto coincide nel 2020 con i modelli Samsung TU8500, TU8070, Q60T, (o anche Q60/64R del 2019) tutti e quattro le TV montano pannelli VA, e per una qualità visiva al buio sono tutti assolutamente preferibili.

Tuttavia se si necessita di un ampio angolo di visione a un prezzo contenuto bisogna puntare a un IPS e l’antagonista del 2020 più simile è il Sony XH80, anche in questo caso appare con prestazioni più appetibili se non altro per il supporto di quest’ultimo a Dolby Vision.

Certo che se parliamo di un 55 pollici con una spesa maggiore di circa 200/300 euro è possibile prendersi un Oled LG B9SLA è portarsi a casa un prodotto qualitativamente neanche paragonabile.

in Offerta su Amazon

LG NanoCell TV AI 55NANO806NA.APID, Smart TV 55", Nano Color, Local Dimming, FILMMAKER MODE, Google Assistant e Alexa integrati.
  • Con il Local Dimming, i livelli di colore e di contrasti vengono...
  • FILMMAKER MODE riproduce fedelmente le immagini così come sono state...
  • Smart TV WebOS facile, rapida e ricca di contenuti con le principali App...
condividi su facebook
condividi su twitter
condivisi su whatsapp

Voto Totale

71%
LG NANO80 è una TV specifica per un'utenza che ha bisogno di un ampio angolo di visione a un prezzo relativamente contenuto, la parte Smart TV e l'input-lag nello specifico sono eccellenti, ma in tutti gli altri aspetti il prodotto non convince o comunque a parità di prezzo non è la scelta migliore.

Design:
80%
Luminosità:
77%
Contrasto:
72%
Uniformità:
77%
Colore:
72%
Angolo di visione:
84%
Immagini in movimento:
70%
Input-Lag e Videogiochi:
82%
Smart-TV:
87%
Audio:
70%
Rapporto qualità/prezzo:
75%
WebOS
Neri troppo chiari

Specifiche e Misurazioni

  • Tipologia di pannello:
lcd ips
  • Retro illiminazione:
direct led
  • Local dimming:
local dimming poche zone
  • Risoluzione: 4K
  • Formati disponibili: 49", 55", 65"
  • Contrasto: 1440:1
  • Luminosità HDR(contesto reale): 320 nits
  • HDR supportato: HDR10, HLG
  • Tempo di risposta: 5 ms
  • Input Lag (4k HDR mod.game): 11 ms
  • Pannello: 8 bit + FRC - 60Hz
  • HDMI supportato: Hdmi 2.0
  • Variable Refresh Rate: No
  • Auto Low Latency Mode (ALLM): Si
  • Audio Passthrough: ARC, 5.1 Dolby Digital su ARC, 5.1 Dolby Digital su Ottica
  • Gamma colore DCI P3 xy: 81%
  • Gamma colore Rec 2020 xy: 60%
  • Volume colore DCI P3: 71,2%
  • Volume colore Rec 2020: 53,6%
22 Agosto 2020 | Articolo redatto da: Pixeltv