LG A2, B2, C2, G2: La gamma Oled del 2022

LG si appresta a immettere sul mercato la nuova gamma oled, i modelli come prevedibile sono siglati A2, B2, C2 e G2, tra le novità di rilievo il nuovo formato da 42 pollici e uno da 97, la tecnologia EVO sulla serie G e per la prima volta anche sulla commercialissima serie C.

Prima però una panoramica su quelle che sono le funzioni e i miglioramenti generici:

Oled Evo: su serie G e C

immagine di LG A2, B2, C2, G2: La gamma Oled del 2022

I cambiamenti sono stati introdotti nel 2021, questi possono essere riassunti nella variazione dei materiali organici per i subpixel blu e rossi e un’aggiuntivo substrato con emettitori verdi, 

Le informazioni sono molto poche e riservate, ma nello specifico i nuovi materiali per gli emettitori blu sono di DuPont (compagnia che opera nel settore da anni), rispetto a quelli forniti da Idemitsu Kosan rimpiazzano l’idrogeno con il deuterio, elemento che conferisce notevoli vantaggi, sopratutto di durata dato che il materiale organico per il blu è quello più problematico che si deteriora prima.

Proprio la durata migliore ha permesso a LG di alzare leggermente il voltaggio aumentando così la luminanza emessa, prima non lo poteva fare senza andare a intaccare la durata, discorso diverso per il verde dove appunto è stato aggiunto un’ulteriore substrato.

Nel complesso queste modifiche hanno permesso un’emissione più “decisa” per tutti e 3 i colori (blu +42% – rossi +33% – verdi +23%) il risultato è quindi uno spettro più ampio, e sopratutto la possibilità di generare un bianco più luminoso, si parla complessivamente di un’aumento del 32%, che dovrebbe essere la percentuale migliorativa dei pannelli G2 dove viene promesso questo ulteriore boost luminoso.

Un video della nuova linea oled 2022, l’incremento luminoso nelle comparazioni a video è molto evidente:

I pannelli della serie C2 dal 55 pollici in su beneficeranno anch’essi delle modifiche legate al pannello EVO, ma in maniera leggermente inferiore, si parla di un’aumento luminoso del 22% circa, questo perché comunque il voltaggio leggermente più alto scalda e richiede una dissipazione maggiore che solo il design della serie G può offrire.

LG OLED EVO struttura pannello
LG OLED EVO struttura pannello

Chiaramente la dicitura EVO non è solo il pannello, c’è tutta la parte algoritmica del “machine learning” che aiuta, questa dovrebbe capire il nostro utilizzo tipico che facciamo della TV e dosare l’erogazione di energia per ottimizzare la resa. Si potrebbe quindi tradurre che è in grado di offrire picchi luminosi solo quando richiesti, magari anche scartando scritte e menu, concentrandosi effettivamente sulla sola sorgente video HDR.

Oled EX nel 2023

Non è facile migliorare la luminosità della tecnologia Oled, in ogni caso lo step successivo di LG sarà il passaggio alla tecnologia Oled EX acronimo di “Evolution eXperience

LG Display ha dichiarato di aver impiegato per la prima volta elementi organici in deuterio al posto di quelli all’idrogeno. Anche in questo caso non è chiaro di quanto crescerà la luminosità, LG dichiara un +30% rispetto ai pannelli tradizionali, ma non specifica se si riferisce ai pannelli EVO o a quelli normali, si può ipotizzare comunque una luminosità in piccole zone di 850 nits circa.

Questi pannelli OLED EX saranno pronti a partire dal secondo trimestre 22, quindi sicuramente non faranno in tempo a essere usati nei modelli del 2022.

Sicuramente rappresenteranno il meglio della tecnologia Oled WRGB, e si scontrerà con i pannelli QD-Oled (vedi info) di Samsung, pannello usato per altro sul top di gamma Sony A95K del 2022.

Lo scopo di tutte queste nuove tecnologie è sempre lo stesso, ovvero aumentare la luminosità dei pannelli, del resto è l’unico aspetto dove gli Oled possono migliorare… tuttavia bisogna ricordare che il sistema di raffreddamento e l’elettronica gioca un ruolo fondamentale, basta pensare per esempio che Panasonic nel 2020 con pannelli (neanche EVO) è tranquillamente riuscita a raggiungere picchi di 1000 nits…

Alpha 9 Gen 5

Sempre 2 suddivisioni Alpha 9 di fascia top e Alpha 7 per la serie B e A, siamo però giunti alla Generazione 5 e come tutti i produttori non mancano di promettere intelligenza artificiale nell’analisi e nel riconoscimento dell’immagine al fine di enfatizzare l’elemento di primo piano aumentando il senso di profondità e coinvolgimento.

immagine di LG A2, B2, C2, G2: La gamma Oled del 2022

Gli Alpha 9 di quinta generazione promettono anche una versione migliorata del tone mapping dinamico, sappiamo che sta diventando una caratteristica inclusa nell’ hdmi 2.1A , ma averla inclusa nella TV è ancora fondamentale in quanto questa adatta la sorgente alle caratteristiche di luminosità e contrasto della TV, evitando quindi di andare a perdere dettagli nelle zone chiare o scure, lo fa in modo dinamico, vale a dire che non ha uno standard sempre uguale per tutto il contenuto, ma bensì elabora scena per scena offrendoci sempre la visualizzazione migliore possibile.

immagine di LG A2, B2, C2, G2: La gamma Oled del 2022

Alpha 9 gen 5 essendo usato anche sul modello 8K promette anche un’upscale di qualità, capace di suddividere lo schermo fino a 5.000 zone elaborando in modo diverso quelle più critiche. Non manca la funzione AI Sound Pro che come sempre promette improbabili effetti surround virtuali a 7.1.2 canali (contro i  5.1.2 del 2021).

WebOS 22

immagine di LG A2, B2, C2, G2: La gamma Oled del 2022

Il nuovo nome abbandona la vecchia numerazione prendendo quella dell’anno in corso, più chiara per il consumatore… anche in questo caso il Machine learning in grado di riconoscere i nostri gusti è ormai una dotazione standard, la vera novità di quest’anno è che sono stati introdotti i profili… ben 6 profili diversi caratterizzati da consigli differenziati.

Ogni profilo è associato ai servizi preferiti e l’accesso avviene direttamente dalla TV o tramite smartphone tramite la funzione NFC Magic Tap funzione principalmente legata alla riproduzione del display smartphone sulla TV, ma in questo caso anche utile per l’accesso.

webos22 i profili personalizzati
webos22 i profili personalizzati

Nel corso del 2022 LG ha promesso un’aggiornamento che introdurrà Room-to-Room Share, funzione che streemma la riproduzione di un contenuto su un qualsiasi altro schermo di casa usando la rete Wi-fi, utile sopratutto quando si tratta di servizi a pagamento o decoder, la TV secondaria ha anche la possibilità di interagire cambiando canale, mettendo in pausa ecc..

Introdotta cena la funzione Always Ready un’evoluzione del classico Gallery … a quanto pare sarà in grado di riprodurre nuove tipologie di contenuti animati, l’orario, musica ecc…

Il Magic Remote dovrebbe avere un microfono migliorato, e ovviamente mantiene la sua particolarità nel sistema di puntamento.

LG ha elaborato un paccherro chiamato  Interactive Experience, servizi interattivi e di condivisione quali:

  • LIVENow – accesso a concerti online in diretta, spettacoli, sport e altri eventi live a pagamento dove si promette partecipazione attiva oltre alla sola visione.
  • 1M HomeDance –  1MILLION Dance Studio offre i suoi servici legati al K-Pop con tutorial e interazione tramite la Camera Mode.
  • LG Fitness – dispone di piani di allenamento standard o personalizzati , sessioni di stretching, meditazioni guidate ecc…
  • Independa – servizio di tele assistenza legata agli anziani e disabili, sono presenti notifiche personalizzate e contatti di emergenza verso i familiari

il Gaming può migliorare ?

Non ci sono molte informazioni a riguardo, ma considerando i risultati raggiunti nel 2021 al momento sembra non esserci proprio margine di miglioramento, gli ingressi HDMI hanno la piena compatibilità con tutti i formati del Variable Refresh Rate: HDMI Forum VRR, FreeSync Premium e G-SYNC.

La TV supporterà perfettamente il 4K/120Hz/Dolby Vision/VRR e il tutto contemporaneamente, ma del resto questo accade già con i modelli 2021 e persino la serie C del 2020…

Il menù Game Optimizer sembra essere stato leggermente arricchito, per quanto poco utile c’è un nuovo profilo sport tra quelli legati al genere videoludica in uso, e una Dark Room Mode che regola un po la luminosità in automatico nelle stanze buie (ma sempre legata al gaming). Ci si può aspettare un’ulteriore abbassamento dell’input-lag, ma eravamo già a livelli di eccellenza, non ci sono comunque info a riguardo.

Ora vediamo i modelli nel dettaglio:

LG gamma OLED 2022
LG gamma OLED 2022

LG G2

Recensione completa di LG G2

(disponibile nei formati 55″, 65″, 77″, 83″, 97″)

LG G2
LG G2

La serie con il pannello 4K più luminoso, dotata di tecnologia EVO ma con un “Brightness Booster” ulteriore in grado di spingere la luminosità fino a 1000 nits. In questa serie arriva un super formato da 97 pollici, reso possibile solo grazie a un nuovo tipo di telaio in fibra composita.

Il design come sempre è progettato per allineare perfettamente il pannello al muro, chiaramente utilizza il processore Alpha 9 generazione 5, le caratteristiche sono:

  • Pannello 4K a 120 Hz
  • tecnologia EVO con Brightness Booster
  • Processore Alpha 9 Gen 5
  • 4 HDMI 2.1 a 48 Gbps
  • WebOS 22
  • HDR10, HLG, Dolby Vision e Dolby Vision IQ
  • Dolby Atmos
  • Supporta il nuovo codec AV1

LG C2

recensione completa di LG C2

(disponibile nei formati da 42″, 48″, 55″, 65″, 77″, 83″)

LG C2, nei formati 55, 65 pollici la base di appoggio è stata ridotta
LG C2, nei formati 55, 65 pollici la base di appoggio è stata ridotta

E’ la serie più venduta grazie al rapporto qualità prezzo e al processore di fascia alta incluso, quest’anno si tratta di Alpha 9 generazione 5 (vedi apposito paragrafo), ma sono due le novità che coinvolgono questa serie, una riguarda il formato che vede arrivare un 42 pollici destinato da molti a utilizzo monitor, l’altra novità è l’utilizzo del pannello EVO (solo dal 55 pollici a salire). Il pannello EVO lo scorso anno era stato utilizzato solo nella serie G, stando alle dichiarazioni ufficiali la TV sarebbe in grado di raggiungere i 900 nits di luminosità.

LG C2 42 pollici
LG C2 42 pollici

Come si può vedere in foto il modello da 42 pollici fa utilizzo di un supporto diverso, non sembrano 2 classici piedini, ma piuttosto 2 strutture che partono dal retro, evidentemente la distribuzione del peso centrale dell’elettronica non sarebbe stata stabile con una base centrale come per gli altri formati.

C2 nei formati 55 e 65 pollici (si immagina anche per i formati 48, 77 e 83) ha invece un piedistallo centrale più simile al modello C1 del 2021, tuttavia facendo le proporzioni la larghezza è stata notevolmente ridotta. Riassumendo le caratteristiche:

  • Pannello 4K a 120 Hz
  • tecnologia EVO (dal 55 pollici in su)
  • Processore Alpha 9 Gen 5
  • 4 HDMI 2.1 a 48 Gbps
  • WebOS 22
  • HDR10, HLG, Dolby Vision e Dolby Vision IQ
  • Dolby Atmos
  • Supporta il nuovo codec AV1

LG B2

(disponibile nei formati 55″, 65″, 77″)

Scendendo di categoria e di prezzo c’è la pur sempre valida serie B che ha un processore di fascia più bassa (Alpha 7 gen 5) e un pannello sicuramente meno luminoso, conserva comunque tutte le altre funzioni e i 120hz del pannello, nello specifico:

  • Pannello 4K a 120 Hz
  • Processore Alpha 7 Gen 5
  • 4 HDMI 2.1
  • WebOS 22
  • HDR10, HLG, Dolby Vision e Dolby Vision IQ
  • Dolby Atmos
  • Supporta il nuovo codec AV1

LG A2

(disponibile nei formati 48″, 55″, 65″ e 77″)

L’oled di fascia più bassa della serie, il più economico della serie, ma anche l’unico che deve rinunciare ai 120hz e alle funzioni a esso legate, pertanto le porte hdmi sono in versione 2.0:

  • Pannello 4K a 60 Hz
  • Processore Alpha 7 Gen 5
  • 4 HDMI 2.0b
  • WebOS 22
  • HDR10, HLG, Dolby Vision e Dolby Vision IQ
  • Dolby Atmos
  • Supporta il nuovo codec AV1

LG Z2

(disponibile nei formati 77″, 88″)

La serie Z è l’unica 8K, ovviamente è il modello più costoso del gruppo e ha tutte le caratteristiche di fascia alta:

  • Pannello 8K a 120 Hz
  • tecnologia EVO con Brightness Booster
  • Processore Alpha 9 Gen 5
  • 4 HDMI 2.1 a 48 Gbps
  • WebOS 22
  • HDR10, HLG, Dolby Vision e Dolby Vision IQ
  • Dolby Atmos
  • Supporta il nuovo codec AV1

Prezzi e disponibilità

Al momento è il listino tedesco ufficiale, ma non cambierà molto da quello italiano… come annunciato il nuovo formato 42 pollici della serie C2 costa pressapoco come quello da 48. Una considerazione si può fare sulla tendenza al rialzo (anche se poi con street-prime e offerte potrebbe essere diverso) tuttavia per esempio il 55″ C2 costa 2.299 euro contro i 1.999 euro del C1 (2021), ma vediamo il listino completo:

Z2 (8K)

  • OLED88Z29LA.AEU 88″: uscita prevista per aprile a 29.999 euro
  • OLED77Z29LA.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 14.999 euro

G2 (4K)

  • OLED97G29LA.AEU 97″: uscita e prezzo non ancora comunicati
  • OLED83G29LA.AEU 83″: uscita prevista per aprile a 8.999 euro
  • OLED77G29LA.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 5.999 euro
  • OLED65G29LA.AEU 65″: uscita prevista per aprile a 3.599 euro
  • OLED55G29LA.AEU 55″: uscita prevista per aprile a 2.499 euro

C2 (4K)

il modello siglato C29 ha la funzione WiSA Speaker Ready, che gli permette di collegare questi speaker certificati senza fili

  • OLED83C29LA.AEU 83″: uscita prevista per aprile a 7.499 euro
  • OLED77C29LD.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 5.399 euro
  • OLED65C29LD.AEU 65″: uscita prevista per marzo a 3.199 euro
  • OLED55C29LD.AEU 55″:uscita prevista per marzo a 2.299 euro
  • OLED48C29LB.AEU 48″: uscita prevista per marzo a 1.799 euro
  • OLED42C29LB.AEU 42″: uscita prevista per aprile a 1.649 euro

C28 non ha la funzione WiSA Speaker Ready, le plastiche sul retro del pannello sono in colorazione scura

  • OLED77C28LB.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 5.299 euro
  • OLED65C28LB.AEU 65″: uscita prevista per marzo a 3.099 euro
  • OLED55C28LB.AEU 55″: uscita prevista per marzo a 2.249 euro
  • OLED48C28LB.AEU 48″: uscita prevista per marzo a 1.749 euro

C27 è identico a C28, ma ha le plastiche sul retro in colorazione chiara

  • OLED83C27LA.AEU 83″: uscita prevista per marzo a 7.499 euro
  • OLED77C27LA.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 5.299 euro
  • OLED65C27LA.AEU 65″: uscita prevista per marzo a 3.099 euro
  • OLED55C27LA.AEU 55″: uscita prevista per marzo a 2.249 euro
  • OLED48C27LA.AEU 48″: uscita prevista per marzo a 1.749 euro
  • OLED42C27LA.AEU 42:” uscita prevista per marzo a 1.649 euro

la versione CS9 non monta un pannello EVO, di conseguenza è scontata una luminosità più bassa rispetto ai precedenti

  • OLED77CS9LA.AEU 77″: uscita prevista per maggio a 4.799 euro
  • OLED65CS9LA.AEU 65″: uscita prevista per maggio a 2.899 euro
  • OLED55CS9LA.AEU 55″: uscita prevista per maggio a 2.099 euro

B2 (4K)

  • OLED77B29LA.AEU 77″: uscita prevista per marzo a 4.499 euro
  • OLED65B29LA.AEU 65″: uscita prevista per marzo a 2.799 euro
  • OLED55B29LA.AEU 55″: uscita prevista per marzo a 1.899 euro

A2 (4k 60hz)

  • OLED77A29LA.AEU 77″: uscita e prezzo non ancora comunicati
  • OLED65A29LA.AEU 65″: uscita prevista per giugno a 2.599 euro
  • OLED55A29LA.AEU 55″: uscita prevista per aprile a 1.699 euro
  • OLED48A29LA.AEU 48″: uscita prevista per marzo a 1.549 euro
Articolo aggiornato al: 25 Giugno 2022
Redatto da: Pixeltv