Bose Soundbar 500: Recensione

Il modello Bose 500 è una soundbar a 3 canali con un audio molto ben bilanciato, il prodotto è espandibile con Bose Surround Speakers per ottenere un vero surround, e con Bose Bass Module 500 per bassi eccellenti. Vediamo la recensione completa;

Design e dimensioni

Bose Soundbar 500, subwoofer e speaker surround non sono incluse

Dal punto di vista del design è ottima, la parte superiore è realizzata in plastica solida, una splendida finitura opaca con due pulsanti touch, la parte frontale e le fiancate sono circondate da una griglia metallica solida e rifinita.
Il retro ha la classica porta HDMI Arc e un’ingresso ottico, ci sono poi altri ingressi meno utili per cuffie eventuale sub cablato e un ingresso di rete LAN.

Le dimensioni vedono un prodotto di corta larghezza, molto basso che starà bene di fronte a qualsiasi TV, salvo rare eccezioni dove il pannello è a filo del tavolo. Per montarla a muro gli agganci sono posizionati sotto i piedini di appoggio, e purtroppo necessita di struttura metallica.

La qualità delle plastiche e la precisione nell’assemblaggio sono perfette, al tatto risulta un prodotto molto solido e robusto.

Se decidete di acquistare anche i 2 satelliti Bose Surround Speakers anche questi hanno un design compatto con una qualità premium, purtroppo l’alimentatore è esterno, fattore che poteva essere evitato magari con un piccolo aumento di dimensioni.

Bose-Soundbar-500-bass-module-surround-kit-size

Il subwoofer Bose Bass Module 500 invece è favoloso, uno splendido cubo di medie dimensioni che si abbina a qualsiasi ambiente domestico.

Qualità sonora

La soundbar ha una buona riproduzione stereo, copre una frequenza che varia dai 60Hz ai 14,5 kHz ma ha un profilo sonoro molto ben bilanciato. Chiaramente la sola soundbar fatica a riprodurre i bassi più profondi, specialmente quando si tratta di contenuti cinematografici, ma questo è un problema di tutti i dispositivi senza un subwoofer dedicato. In questo caso Soundbar 500 offre la possibilità di comprarlo a parte come vedremo in seguito.

la soundbar ha 5 custom driverla soundbar ha 5 custom driver

La spazialità sonora è buona, il dispositivo è largo 80 cm, ma i due driver stereo sono posizionati molto laterali e non frontali come avviene di solito, un fattore che aiuta nella percezione di un ipotetico “palcoscenico” più ampio, anche se al tempo stesso la sua resa diventa più condizionata dalla conformazione della stanza. In ambiente rettangolare con muri non troppo lontani i canali laterali riflettono sulle pareti tornando all’utente, e quindi offrendo una resa migliore.

Per quanto riguarda il volume di riproduzione i watt nominali non sono dichiarati (del resto in questo settore non hanno più nessun valore), ma la pura potenza sonora è leggermente inferiore ad alcune barre concorrenti, si parla di 90 dB SP, al volume massimo c’è anche qualche artefatto, ma tanto nessun utente in la spingerà a certi volumi tra le mure domestiche.

Utilizzandola per contenuti multimediali come film e videogiochi il canale centrale destinato principalmente ai dialoghi garantisce alta qualità, genera un suono pulito e cristallino grazie all’altoparlante dedicato che sicuramente è stato selezionato con cura.

Le prestazioni surround della sola soundbar sono chiaramente scadenti, come per tutti i prodotti in commercio è difficile percepire un “vero surround”, anche se in certi particolari contesti la resa può essere molto migliore rispetto ad altri. In ogni caso essendo un 3.0 canali saranno i due driver laterali (destinati allo stereo) che si faranno carico anche dei 2 canali posteriori, se pretendi di più sei libero di optare per l’acquisto dell’apposito modulo surround comprensivo di due casse wireless da alimentare e posizionare sul retro.

Espandibilità fino a 5.1

Come già spiegato per l’utenza più esigente è possibile comprare a parte il Bose Surround Speakers e il Bose Bass Module 500, il primo serve per immergerti nella scena durante la visione di contenuti con audio multicanale 5.1 come film e videogiochi, il secondo aggiunge alla scena dei bassi di qualità.

Questa è una soluzione che sempre più produttori stanno offrendo ai propri clienti, il fatto di essere casse wireless che richiedono la sola alimentazione aiuta molto nell’integrazione domestica di chi non può permettersi cavi sparsi per casa, un’amplificatore dedicato ecc…

L’aggiunta del Subwoofer cambia completamente la scena sonora, andando a chiudere la falla dei bassi non entusiasmanti della soundbar, Bose Bass Module 500 è un ottimo sub, ha un design eccellente e una implementazione precisa al millesimo nell’attivarsi e nel fermare la sua emissione, il prodotto ha un costo che supera i 400 euro, ma sarebbe un’errore paragonarlo ai subwoofer inclusi, perché la differenza c’è e si sente.

Bose 500 Bass Module, Wireless, Nero
  • Subwoofer di nuova concezione, che offre una gamma dinamica di bassi in un...
  • Progettato per essere accoppiato con la Bose Soundbar 500 o la Bose...
  • Si collega in modalità wireless alla soundbar Bose facilitando la...

L’aggiunta dei satelliti posteriori Bose Surround Speakers è invece consigliata a chi sfrutta molti contenuti con audio multi-canale come film / serie TV e videogiochi, il vantaggio di 2 vere casse posteriori non è paragonabile a nessun effetto simulato di qualsiasi singola soundbar in commercio, risulta invece un’aggiunta superflua per il semplice ascolto di brani musicali.

Bose Surround Speakers, Suono Surround, Nero
  • I più piccoli diffusori di Bose esaltano tutto il tuo intrattenimento...
  • Progettati per arricchire musica, film e programmi TV con un suono surround...
  • Collega gli adattatori a una fonte di alimentazione, connetti i ricevitori...

Funzionalità

Bose Soundbar 500 come tutti i prodotti moderni è di semplice installazione, ma si consiglia di seguire le istruzioni e scaricare l’app Bose Music, utile alle impostazioni di configurazione anche degli assistenti vocali. Riassumendo comunque si collega alla TV tramite HDMI Arc, e si connette alla propria rete wi-fi.

Per quanto riguarda i codec audio supporta solo il classico Dolby Digital, come il 90% dei suoi concorrenti non sfrutta il DTS. Quanto al Dolby Atmos non lo supporta, del resto non ha dei diffusori disposti per sparare in alto il suono.

Per la parte smart e l’invio di brani musicali da smartphone o tablet il modo più semplice è sfruttando il Bluetooth, ma puoi anche inviare i brani tramite la rete wi-fi usando Apple AirPlay, non supporta Chromecast di google, ma a compensare c’è l’app ufficiale Bose Music che ti permette di gestire al meglio le tue playlist, oltre che essere essenziale per la configurazione iniziale.

Ci sono due assistenti vocali supportati, Alexa e Google Assistant, i microfoni dentro il prodotto sono ben sensibili, per attivare il software non è necessario alzare la voce e raramente non comprende i comandi impartiti. Anche durante la riproduzione ad alto volume il sistema riconosce la voce e offre un riscontro visivo tramite l’accensione di un led bianco, saranno proprio i led nelle varie forme e colori a comunicare con l’utente, ma per capirlo al meglio serve un po di pratica e sopratutto leggere le istruzioni.

Bose-Soundbar-500-telecomando

La dotazione prevede anche un telecomandino con pulsanti pre-impostati, le funzioni sono limitate ai comandi base, come il volume e la gestire della riproduzione, niente pre-set o equalizzazione, che sono presenti solo tramite App.

Come si posiziona nel mercato ?

Vista la sua espansibilità è difficile posizionare bene il prodotto, sicuramente ci sono delle similitudini con i prodotti Sonos per cura, qualità, e connettività… per esempio possiamo paragonare la sola soundbar alla nota Sonos Beam, il prodotto Sonos ha un prezzo inferiore per la sola bar, ma sono accomunati da un suono eccellente e un Subwoofer da comprare a parte. Il vantaggio di Bose è che dispone di questo Bass Module 500 che è un sub più adeguato al prodotto, Sonos ha in commercio un solo subwoofer molto più costoso e a tratti sovradimensionato rispetto alle esigenze medie dell’utente.

C’è poi in commercio il fratellino minore Bose Smart Soundbar 300 la cui resa è molto simile, se non per una minore spazialità sonora legata alle dimensioni.

Altri prodotti come Yamaha yas-209 offrono con la dotazione standard un migliore impatto sonoro (grazie a un sub incluso), ma al tempo stesso non hanno decisamente la stessa pulizia e bilanciamento nei medi e negli alti del prodotto Bose.

Offerta Amazon

Bose Soundbar 500, Bluetooth, Wi-Fi, HDMI, USB, con Alexa integrata, 80 x 4,44 x 10,16 cm, Ingresso audio ottico, Nero
  • Progettata per essere sottile e potente e per offrirti un'esperienza audio...
  • Utilizza servizi musicali integrati come Spotify e Amazon Music o...
  • Il controllo è facile, con diversi modi per gestire ciò che stai...



Voto Totale

80%
Con surround opzionale:
83%
Con surround e subwoofer opzionali:
87%
Bose Soundbar 500 è un buon prodotto, offre un profilo sonoro molto neutro e accurato, vanta un canale centrale di qualità, e connettività smart di ottimo livello. I bassi non sono eccezionali, a meno che non si compra il subwoofer opzionale, in questo caso la valutazione si inverte completamente diventando una delle soundbar con i bassi migliori sul mercato.

Design:
84%
Qualità riproduzione stereo:
76%
Spazialità del suono stereo:
77%
Potenza sonora:
74%
Distorsione armonica stereo:
80%
Canale centrale e dialoghi:
84%
Qualità surround (dotazione standard):
68%
Qualità surround (con casse opzionali):
86%
Qualità bassi (dotazione standard):
63%
Qualità bassi (con subwoofer opzionale):
87%
Qualità Dolby Atmos:
0%
Connettività:
78%
Funzionalità:
80%
Rapporto qualità/prezzo:
78%
Suono bilanciato pulito e puro
Espandiblità
La sola soundbar ha dei bassi non entusiasmanti

Specifiche

  • Canali: 3.0 espandibile fino a 5.1
  • Potenza nominale: non comunicata
  • Pressione sonora: 90 dB SP
  • Frequenza: dai 60Hz ai 14,5 kHz
  • Funzione adattamento stanza: Si
  • Miglioramento dialoghi: Si
  • Modalità notte: No
  • porta HDMI ARC: Si
  • ingressi HDMI generici: No
  • Ingresso USB per file: No
  • Riproduzione wireless: Bluetooth, Wi-fi, Apple AirPlay
  • Assistenti vocali: Alexa, Google Assistant
  • eARC: No
  • Dolby Atmos: No
  • Dolby Digital: Si
  • Dolby Digital Plus: No
  • DTS: No
  • DTS-X (solo eARC): No
  • Dolby TrueHD (solo eARC): No
  • DTS-HD MA (solo eARC): No
  • 5.1 PCM (solo eARC): No
Articolo aggiornato al: 1 Marzo 2021 | Redatto da: Pixeltv